Serpico: un supercomputer per debellare l’evasione fiscale

Di , scritto il 21 Dicembre 2011

Qualcuno ha detto giustamente che nei prossimi anni il settore dell’economia che creerà più posti di lavoro sarà quello della caccia agli evasori fiscali. Con il potenziamento di Serpico – il super-computer in dotazione al Fisco che ha preso in prestito il nome dal più noto infiltrato della storia del cinema nell’omonimo film di Lumet (1973) – la lotta sarà più semplice. Il nome è ben studiato (è l’acrostico di SERvizi Per I COntribuenti), perché il suo lavoro è proprio quello di fare la spia: già oggi scova 70.000 evasori totali ogni anno. Ma saranno molti di più dal 1 gennaio 2012, quando entrerà in vigore il decreto Monti che prevede l’accesso a tutti i conti correnti, anche senza che vi sia una verifica fiscale in corso.

Il sistema, attivo già da alcun anni, occupa 2000 metri quadrati sotto il palazzo della Società Generale di Informatica (SOGEI) a Roma, con vari server mirror in Abruzzo. Prestissimo il cervellone sarà dunque chiamato a verificare se quanto dichiariamo al Fisco corrisponde o meno al nostro tenore di vita. Ci sarà un identikit completo per ogni contribuente: e se incrociando entrate e spese i conti non tornano, scatteranno i controlli. Il Fisco potrà infatti indagare su movimenti e transazioni bancarie superiori a 1000 euro, la stessa cifra limite per le transazioni in denaro contante.

Serpico ha 1 milione di miliardi di byte di memoria, ed elabora 22.200 informazioni al secondo, con un archivio costituito dai dati di 40 milioni di contribuenti. Con questo database è possibile ricostruire tutto: patrimoni, utenze, spese turistiche, perfino gli abbonamenti nelle palestre. In questo modo è stato stilato l’elenco dei proprietari di aerei e di barche che dichiaravano meno di 20.000 euro l’anno di entrate. Oppure, incrociando i dati della motorizzazione civile con quelli delle denuncie dei redditi, sono stati individuati tutti i proprietari di supercar che dichiaravano un reddito sotto la soglia di povertà.

3 commenti su “Serpico: un supercomputer per debellare l’evasione fiscale”
  1. […] più stringenti, l’Anagrafe Tributaria avrà a disposizione i dati registrati dal cervellone SERPICO, che contiene i dati di 40 milioni di contribuenti ed è in grado di verificare stato e movimenti […]

  2. Nuovo redditometro 2012: ecco come sarà - Kimblo Economia ha detto:

    […] più stringenti, l’Anagrafe Tributaria avrà a disposizione i dati registrati dal cervellone SERPICO, che contiene i dati di 40 milioni di contribuenti ed è in grado di verificare stato e movimenti […]

  3. […] più stringenti, l’Anagrafe Tributaria avrà a disposizione i dati registrati dal cervellone SERPICO, che contiene i dati di 40 milioni di contribuenti ed è in grado di verificare stato e movimenti […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009