Consigli per la diversificazione del portafoglio a metà del 2012

Di , scritto il 22 Giugno 2012

Diversificare non vuol soltanto dire “mettere in scatole diverse”, ma anche essere capaci di “spostare” a seconda di come cambiano i tempi. Soprattutto in un periodo economico agitato come quello che stiamo attraversando.

Quale potrebbe essere la formula di una diversificazione saggia di questi tempi? Una parte dei risparmi dovrebbe essere investita in titoli di stato italiani, che offrono ottimi rendimenti in un contesto tutto sommato più solido rispetto a qualche mese fa. Meglio suddividere il capitale in scadenze brevi (2-3 anni), medie (5-6 anni) e lungo termine, in maniera da ridurre il rischio grazie alla prospettiva dei rimborsi periodici.

Un’altra porzione idealmente potrebbe essere assegnata a titoli di stato di nazioni poco indebitate (a parte i Bund tedeschi, che non rendono nulla), sono molto “tranquilli” i bond di Australia e Canada. Qualche giorno fa suggerivamo di investire in renminbi una piccola percentuale del portafoglio e l’articolo illustrava bene perché e come farlo.

Poi si può pensare alle azioni di borsa americane (Wall Street ha retto meglio delle altre Borse), una percentuale di azioni dei Paesi Emergenti. E anche alle azioni italiane, che in questo periodo non sono sicuramente care, anzi, sono sottostimate.

Anche se è risaputo, vale la pena di ripetere che è sempre meglio lasciare perdere quei titoli che promettono rendimenti alle stelle: implicano dei rischi altissimi. Secondo gli operatori del settore, il rendimento a cui bisogna puntare in questo periodo si aggira sul 3%. Ricordando che in questi anni riuscire a salvaguardare il capitale è un obiettivo ben più auspicabile che riuscire a ottenere sostanziosi rendimenti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009