Quali informazioni sono necessarie per calcolare l’assicurazione auto

Di , scritto il 22 Giugno 2021
Calcolare assicurazione

Il 2020 è stato un anno particolare per il mondo dei motori: a causa del lockdown ha portato una drastica diminuzione dei sinistri, trend che ha toccato punte anche del 40% e che è proseguito con il periodo della ripresa con dati importanti anche per il 2021. Questo ha visto favorevoli ripercussioni sui prezzi dell’RC auto, all’insegna del ribasso rispetto agli anni precedenti. Ma quali informazioni servono per calcolare l’assicurazione dell’auto? Diversi i siti attraverso cui avere il preventivo: calcola l’assicurazione auto su realemutua.it una delle compagnie assicurative dalla lunga storia. Perché, in un settore dove la sicurezza è importante, avere una buona reputazione è segno di garanzia. E quando si tratta di assicurazione è bene riflettere prima di dire sì, per viaggiare sereni.

La situazione attuale

La legge che abolisce il tacito rinnovo è stata introdotta nel 2013 e stabilisce che ogni anno l’RC auto non si rinnova in automatico e le condizioni contrattuali tornano in discussione, con la possibilità per il consumatore di ottenere non solo un prezzo migliore, ma poter cambiare anche le scelte. La norma viene incontro al fatto che il mondo attuale va veloce e i cambiamenti sono all’ordine del giorno, sia per quanto riguarda le abitudini sia per il mercato che può avere oscillazioni anche non di poco conto, come nel caso della pandemia.

L’e-commerce è diventato uno modo di consumare sempre più popolare, ancora di più durante questi ultimi due anni: stando più tempo in casa il settore è ulteriormente cresciuto. Questo vale anche per il mondo delle assicurazioni online le cui prestazioni sono molto migliorate in questi anni, complice un’evoluzione tecnologica che vuole pagamenti più sicuri e una comunicazione più facile ed efficace. L’online rappresenta quindi un’ottima opportunità non solo di acquisto (grazie a offerte convenienti) ma anche d’informazione, di modo da essere più preparati e consapevoli quando ci si interfaccia con un assicuratore.

Cosa serve per fare un preventivo

Innanzitutto sono necessarie le informazioni base per quanto riguarda l’intestatario della pratica come dati personali, un documento in corso di validità, il codice fiscale, il sesso (le donne normalmente possono usufruire di vantaggi economici grazie a un minor numero di incidenti, almeno in alcune fasce di età), gli anni di esperienza alla guida.

Servono poi le informazioni dell’auto: il libretto di circolazione, il certificato di proprietà o, in caso di auto usata, l’attestato del passaggio di proprietà. L’unione dei due dati determinerà il preventivo. Un’accortezza: verificate se possedete i requisiti idonei per godere dei benefici della legge Bersani, particolarmente vantaggiosi.

Cosa guardare nel calcolo dell’assicurazione

Una macchina che fa pochi chilometri o viaggia molto durante l’anno avrà necessità diverse, così come una che sta in garage rispetto a quella di chi si trova a doverla tenere in strada. Moltissime le opzioni da questo punto di vista e ogni caso è davvero a sé. Tuttavia, alcuni parametri sempre validi ci sono come ad esempio il considerare l’opzione di guida (esclusiva, libera o esperta) ma anche la franchigia e la possibilità di usufruire della box satellitare (solitamente conveniente). Da preferire, soprattutto per chi fa molti chilometri, il servizio di soccorso stradale compreso nel calcolo dell’assicurazione auto e quello dell’auto sostitutiva.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009