La posta in gioco

Di , scritto il 23 Gennaio 2018

Nessuno vieta di togliersi lo sfizio di giocare, ci sono però dei piccoli accorgimenti che possono proteggere gli scommettitori e al contempo giovare alle casse dello Stato. Lo scudo principale che difende i giocatori dalle truffe è proprio lo Stato, che concede la licenza per operare regolarmente in Italia ai siti online degni di fiducia e che rispettano le misure di sicurezza imposte dalla legge.

Cosa intendiamo quando parliamo di Stato?

L’ente dello Stato che si occupa delle scommesse è l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, se qualche volta siete entrati in una pagina web di scommesse online avrete probabilmente visto in fondo alla pagina la sigla AAMS o AAMS – Gioco Sicuro. La sigla indica l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, l’organo del Ministero dell’Economia e delle Finanze che gestiva il monopolio del gioco, oltre a quello dei tabacchi e del sale.

Se quest’ultima informazione, che il sale sia stato monopolio di Stato fino al 1974, vi lascia sorpresi, ricordate le insegne dei tabaccai: sotto la grande “T” c’è scritto “Sali e Tabacchi”.

Tornando però al monopolio del gioco, quest’ultimo è di Stato dal 1887, e dal 1948 lo Stato può cedere il diritto esclusivo dell’amministrazione del gioco d’azzardo ad imprese private. In ogni caso l’AAMS è sempre presente, sia assicurandosi che non vengano effettuate truffe da parte degli operatori sia assicurandosi che le vincite vengano debitamente pagate (e che chi riceve le vincite paghi le tasse sulla somma guadagnata).

Siti illegali

La concessione della licenza AAMS da parte dello Stato, implica che i bookmaker che la possiedono operano in modo legale. Tutti quei siti appartenenti a compagnie cui non è stata concessa la licenza rientrano automaticamente nella categoria dei portali illegali. In questo gruppo si trovano sia i siti stranieri sia i siti italiani senza licenza.

Spesso, quando questi siti vengono identificati vengono “bloccati”. Per esempio, quando si cerca di accedere a un sito di un altro paese questo identifica l’IP di un computer come proveniente dall’estero e blocca l’accesso.

Non basta quindi che la Guardia di Finanza scovi i centri di scommesse illegali, com’è successo in un gran blitz a Catania a novembre, nè che la questura revochi autorizzazioni di gioco ad agenzie quando questi centri potrebbero essere usati per il riciclaggio di denaro. Come cittadini e come giocatori bisogna vigilare, e imparare a identificare i siti illegali. Come cittadini si pensi che qualsiasi sito illegale sta commettendo il reato di evasione fiscale, come anche chi gioca su siti illegali o stranieri. Per questo è importante evitare questi siti, in modo tale che la parte delle vincite che corrisponde allo Stato possa poi essere spesa per la società. I giocatori, devono stare attenti, in quanto il reato non è solo commesso da chi offre un sito di scommesse illegali, ma anche da chi vi gioca.  

L’importanza dell’informazione

Può risultare difficile distinguere ad occhio un sito legale da uno illegale, per questo è importante informarsi sul sito cui si sta accedendo. Siccome quando si cerca su internet rischiamo di essere sommersi dalle informazioni a nostra disposizione, è bene sapere che dal 2007 l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli pubblica una lista nera dei siti di scommesse illegali.

Non ci si spaventi se si tratta di un elenco di 142 pagine, si può trovare facilmente il sito su cui si ha dei dubbi usando i tasti CTRL+ F. Il vantaggio di questa lista è che viene aggiornate con regolarità.

Una volta identificati i siti di scommesse legali, c’è solo l’imbarazzo della scelta, sono tanti, tantissimi, e ciascuno presenta le sue particolarità. Per trovare più facilmente quello che soddisfa le necessità di un giocatore esistono portali che comparano siti di scommesse, come affidabile.org. Questi portali normalmente informano gli utenti rispetto a:

  • Quali sono i siti legali
  • Quali sono le conseguenze di scommettere su siti illegali
  • Quali sono le ultime novità rispetto alle scommesse
  • Quali sono gli sport offerti da ciascun bookmaker

A seconda dei siti e dei portali l’informazione può essere più o meno approfondita, per questo è sempre meglio consultare più di una fonte, per poter ottenere una buona panoramica e soprattutto per non correre rischi.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009