I timori di inflazione sono in parte giustificati. Come tutelare i risparmi?

Di , scritto il 23 Maggio 2011

Per capire se è davvero il caso di temere il risorgere dell’inflazione nei prossimi anni bisogna comprendere la differenza tra inflazione al consumo complessiva (tecnicamente chiamata inflazione headline) e inflazione al netto delle materie prime ed alimentari (definita inflazione core). Quest’ultima è più importante in un’ottica di investimento dei risparmi e al momento i dati statistici non suscitano ancora particolare apprensione. Vero è però che molti paesi importanti – tra cui gli USA – continuano a immettere liquidità, che alla lunga causerà anche un proporzionale aumento dei prezzi dei beni.

Ma in questo caso, quali sono i tipi di investimento più atti a conservare il valore della ricchezza? Tutto dipende dalla lunghezza degli orizzonti di investimento: le azioni difendono meglio il risparmio nel lunghissimo periodo; mentre per il breve termine è meglio “movimentare” il portafoglio acquistando titoli di stato, che si adeguano meglio al variare dell’inflazione. E quali sono le performance degli investimenti in oro e altre materie prime? Ce lo spiega bene questo video di Anima SGR.


1 commento su “I timori di inflazione sono in parte giustificati. Come tutelare i risparmi?”

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009