Titoli di Stato: che cosa sono le clausole di azione collettiva (CAC)

Di , scritto il 24 Luglio 2014

clausole di azione collettiva cacsLe clausole di azione collettiva (locuzione spesso abbreviata in CAC) si intendono delle norme inserite dall’Unione Europea contestualmente al cosiddetto Fondo Salvastati e riguardanti tutti i titoli di Stato emessi da uno stato membro dell’UE. In base a queste clausole, un governo ha la facoltà di ristrutturare gli interessi e/o di allungare le scadenze dei bond che ha emesso, sostituendoli con titoli che risultino meno onerosi per le casse statali. Questo procedimento ovviamente scatterebbe soltanto in caso di situazione di grave crisi per un debito pubblico elevatissimo e previa intesa per le suddette modifiche con una maggioranza importante degli obbligazionisti (ad esempio, i 2/3 di un quorum del 50% degli aventi diritto al voto – in primis banche e investitori internazionali).

In base a queste normative, quando si è raggiunto un concordato per la ristrutturazione delle obbligazioni già emesse, anche gli altri investitori (piccoli o grandi che siano) vedranno applicate le medesime nuove condizioni – ovviamente peggiorative.

Per quanto riguarda l’Italia, sono soggette alle clausole CAC le emissioni di BTP, CTZ, CCT a partire dal 1° gennaio 2013. La presenza di queste clausole non deve comunque allarmare i proprietari di obbligazioni governative: si tratta infatti soltanto di un provvedimento che renderebbe più semplice la gestione di default come quelli recenti della Grecia o dell’Argentina. Il rischio legato ai titoli di Stato italiano o stranieri non è da collegarsi alla presenza o meno delle CAC, ma piuttosto ad altri parametri, soprattutto a una scadenza lontana nel tempo (che espone i titoli a una perdita di valore sul mercato secondario se i tassi di interesse dovessero salire).


2 commenti su “Titoli di Stato: che cosa sono le clausole di azione collettiva (CAC)”
  1. fatti neri ha detto:

    non dobbiamo preoccuparci del fatto che dei nostri investimenti non risponde lo stato emittente che grazie a questo regalo può cambiare a piacimento le condizioni? e allora quando,,,,,,,,,ci dobbiamo preoccupare……………ma non scherziamo!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009