Cinque consigli per guadagnare senza Wall Street

Di , scritto il 24 Settembre 2008

carte di creditoFai di più con i tuoi soldi ma senza investire. Questa, che sembra una formula magica, potrebbe semplicemente riassumersi in due parole: risparmio e attenzione alla spesa. Ma non solo. Perché i cinque preziosi consigli di Lylah Alphonse, sul portale Shine di Yahoo!, appaiono proprio nel momento giusto: Wall Street è inaffidabile, le banche americane cadono come pezzi del domino e se pensiamo all’Italia di riflesso ci viene in mente Alitalia e tutti problemi connessi alle nostre imprese nazionali.

Allora lasciamo perdere i mercati azionari e concentriamoci su ciò che possiamo fare veramente per controllare e magari aumentare il nostro patrimonio. Come, ad esempio, utilizzare più saggiamente le carte di credito, come suggerisce Lylah, o fare la spesa una volta alla settimana approfittando delle offerte, invece che scendere al negozio degli alimentari (dove i prezzi sono quasi doppi rispetto ai supermarket). Oppure, tenere nota delle spese giornaliere, utilizzando magari strumenti online come Mint.com.

Non si tratta solo di “spendere di meno”: questo è un consiglio impraticabile, soprattutto in una famiglia con dei figli a carico.Ritagliare i coupon di sconto è un altro modo per ridurre i prezzi (perché comprare qualcosa per 5€ quando puoi averla per 4€?) e acquistare sempre nella stessa quantità, se ce n’è bisogno.

Non si diventa ricchi risparmiando. Ma un’occhio alla spesa può sicuramente concederci notti più serene e meno ansiose riguardo al denaro.


1 commento su “Cinque consigli per guadagnare senza Wall Street”
  1. Carneade ha detto:

    De La Palisse sarebbe stato orgoglioso di lei…


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009