La sparizione dei fondi comuni: perché e come cautelarsi?

Di , scritto il 25 Gennaio 2010

Nel campo degli investimenti, il patrimonio dei fondi comuni è in netto calo, con i riscatti che superano nettamente le sottoscrizioni. Ma non solo, molti di questi fondi vengono volutamente soppressi dalle società di gestione. Il fenomeno è già in corso da alcuni anni, ma nel 2009 ha raggiunto record impressionanti; dai dati di gennaio sembra che anche il 2010 vedrà molte ‘morti’.

Perché tutto questo? Si ravvisano questi due motivi principali:

* La fusione delle banche porta necessariamente all’eliminazione di doppioni.
* Le normative fiscali italiane prevedono il pagamento di un’imposta quotidiana sul capital gain, ma accumulano un credito d’imposta quando le quotazioni scendono. Poiché negli ultimi anni i crediti accumulati da alcuni fondi hanno raggiunto importi altissimi (fino al 50-60% del totale gestito), i fondi con perdite elevati vengono fusi con altri per dilure l’effetto e sperare in una futura ripresa.

Quali sono le conseguenze per i risparmiatori? Sono effetti positivi se si decide di chiudere un fondo piccolo – costoso e poco efficiente – per entrare in uno più grande e meno oneroso. Sono effetti negativi quando si è obbligati a uscire da un fondo.

Gli esperti consigliano quindi di:

* Verificare costantemente l’andamento del fondo di investimento, sia per quanto riguarda le quotazioni che le sottoscrizioni nette. Se alla lunga il dato è negativo e il patrimonio comune diventa esiguo, è alto il rischio di una fusione forzata, perciò conviene cambiare investimento in fretta.
* Tenersi informati sui progetti di fusioni tra società di gestione o tra istituti di credito e studiare per tempo le modifiche, prima di ritrovarsi – volenti o nolenti – in una risistemazione non soddisfacente.


1 commento su “La sparizione dei fondi comuni: perché e come cautelarsi?”
  1. […] un anno fa avevamo ravvisato la tendenza al declino dei fondi comuni di investimento. E a distanza di dodici mesi, le cifre non sono migliorate, con un numero crescente di “fughe […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009