Fitch Ratings ci ha valutato: Italy at BBB

Di , scritto il 25 Febbraio 2019

ratingsFinalmente è arrivato il giorno del giudizio! Proprio all’inizio del weekend le attenzioni dei mercati si sono rivolte sul rating attribuito all’Italia da Fitch Ratings.

La società con doppia sede a Londra e New York ha emesso il suo rapporto sul nostro paese. Nessun downgrade, ovvero declassamento ad una valutazione inferiore, per l’Italia che rimane BBB, con Outlook negativo.

Cosa c’è dietro a questa valutazione?

I conti italiani hanno evitato il declassamento, mantenendo un rating BBB. Nonostante questa prima ipotesi che potrebbe apparire rassicurante, il rapporto di Fitch Ratings è pieno di critiche e insidie per il nostro paese.

Infatti, le previsioni in prospettiva futura sono state confermate come negative. Tutto nasce dall’alto livello di indebitamento e da una serie di criticità finanziarie evidenziate nel rapporto prodotto da Fitch. Il settore bancario viene mostrato come ancora debole e emerge dal rapporto un generalizzato sentimento negativo per i trend di crescita ancora troppo bassi.

Non mancano sentimenti critici anche verso le manovre del governo italiano, per Fitch Ratings mancano aggiustamenti fiscali alla struttura degli investimenti nazionali. Se scorriamo tra le tante righe del documento valutativo, non passano certo inosservate le valutazioni sull’attuale governo. Le differenze tra gli obbiettivi delle parti in coalizione e le incertezze degli investitori sull’agenda di riforme politiche del nostro paese contribuiscono al peggioramento generale della nostra economia. Si vanno a sommare a questo clima negativo il Decreto Dignità e la nuova riforma delle pensioni, la così detta Quota 100, che hanno avuto, per Fitch Ratings, un impatto negativo sulla crescita nel medio-lungo periodo.

L’Italia in positivo

Emergono, tuttavia, delle positività nell’economia italiana. Quest’ultima infatti appare molto diversificata, l’indebitamento delle famiglie continua ad attestarsi ad un livello basso. Anche i debiti relativi al sistema pensionistico, nonostante siano molti, possono ritenersi accettabili, in un orizzonte temporale medio lungo, per Fitch.

Per riassumere

  • Non c’è stato il tanto temuto declassamento, l’Italia resta BBB con Outlook negativo.
  • Il nostro sistema economico, per Fitch Ratings, presenta criticità nella maggior parte degli aspetti sia economici che finanziari.
  • La valutazione italiana è sostenuta da alcuni aspetti positivi, nonostante le stime di crescita ancora deludenti.

Risulta difficile comprendere quelle che saranno le conseguenze, le reazioni o gli adattamenti sia quantitativi che qualitativi, successivi all’uscita di questo rapporto. Sicuramente evitare il declassamento è stato importante per il nostro paese alla vista dei mercati finanziari. Adesso l’Italia ha gli occhi addosso da parte degli investitori.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009