Consulenza finanziaria al bivio. Alberto Banfi al CUOA: “Nel futuro dei promotori finanziari formazione e nuove skills”

Di , scritto il 25 Agosto 2008

Villa 11La volatilità dei mercati e gli choc che hanno travolto le piazze finanziarie mettono alle strette i professionisti della consulenza finanziaria. Le parole d’ordine sono formazione e talento: il CUOA organizza dal 18 settembre il Corso executive per Financial Advisor, per la certificazione €fa. In autunno i seminari per il mantenimento €fa e l’avvio del CLUB Mercati & Investimenti, la prima community italiana per consulenti finanziari.

A spiegare come si sta configurando il futuro per i promotori finanziari è Alberto Banfi, docente CUOA Finance per i percorsi alla preparazione all’esame €fa, per il Master in Banca & Finanza del CUOA, membro dell’Osservatorio Legislazione & Mercati di CUOA Finance e Professore ordinario nella Facoltà di Scienze Bancarie Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica di Milano.

“Negli ultimi 4/5 anni i promotori finanziari hanno affrontato, e stanno ancora affrontando, una fase critica, anche se ritengo che momenti come questi siano, per certi aspetti, benefici per il mercato. Si scuote l’albero per far cadere coloro che non hanno le capacità e le professionalità per rimanere dentro al mercato. È una selezione dura, ma naturale, che crea possibilità a chi resiste. Chi oggi riesce a non essere disarcionato dalla competizione, ha le qualità per continuare a correre. Le qualifiche professionali vanno dunque colte nel loro lato positivo: restano coloro che hanno il talento per continuare a gestire il cliente in fasi difficili di mercato, vengono messi al margine coloro che non sono in grado di farlo” afferma Banfi.

Sul tema della consulenza indipendente e della Mifid, aggiunge il professore, avverrà una selezione naturale. “Con il recepimento della direttiva europea, indispensabile per dare nuovo corso al mercato verso uno schema di tipo anglosassone, gli studi di consulenza indipendente saranno costretti ad assumere la forma di S.p.A. E necessariamente chi ha le spalle piccole sarà obbligato a chiudere. Ma vorrei vedere anche in questo caso il lato positivo. Penso alla legge sulle Sim che nei primi anni ’90 ha fatto emergere tanti soggetti “borderline” con poco capitale, tante situazioni insostenibili. Penso che qui non avverrà nulla di diverso: per chi ha le spalle grosse si aprono grosse possibilità di crescita. Le situazioni più deboli, invece, verranno alla luce più velocemente”.

Per maggiori informazioni: CUOA Finance, tel. 0444 333741, fax 0444 333995

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009