Casa con mutuo distrutta dal terremoto: quali sono le conseguenze?

Di , scritto il 27 Settembre 2016

terremotoSe si risiede in una zona ad elevato rischio sismico sarebbe opportuno tutelare la propria abitazione attraverso apposito coperture assicurative.

I recenti fatti di cronaca relativi alle terribili scosse di terremoto registrate nei territori del Centro Italia a partire dallo scorso 24 agosto, hanno attirato attenzione anche sulle conseguenze che dovranno affrontare tutti i cittadini che risiedono nelle zone distrutte dal sisma. In modo particolare ci si chiede cosa dovranno affrontare tutti coloro che possiedono una casa con mutuo distrutta dal terremoto, ovvero se dovranno continuare a pagare le rate del mutuo pur avendo perso di fatto perso la propria casa.

La legge italiana prevede per tutti coloro possiedono una casa con un mutuo distrutta dal terremoto l’obbligo di continuare le rate del mutuo anche se l’immobile ha riportato dei danni parziali, di diversa entità. Le procedure non subiscono variazioni o trattamenti diversi neanche nei casi più estremi, ovvero in caso di distruzione totale dell’immobile. In casi del genere si potrebbe chiedere alla banca di sospendere temporaneamente il pagamento del mutuo. Tuttavia, una volta terminato il periodo concesso, l’intestatario del finanziamento sarebbe richiamato ad assolvere i suo impegno.

Come tutelarsi nell’eventualità che propria casa con mutuo venga distrutta dal terremoto
Prevedere un terremoto e la sua intensità è quasi impossibile. Tuttavia se si vive in una Regione italiana ad alto rischio sismico, o comunque esposta a calamità naturali, sarebbe opportuno adottare delle precauzioni, in modo da tutelare non solo la propria abitazione ma anche la propria sicurezza. Per tutte le situazioni considerate ad elevato rischio, che possono quindi mettere in pericolo l’integrità dell’abitazione e la sicurezza di coloro che ci abitano, sono previste particolari soluzioni assicurative. Grazie a queste forme di tutela preventiva è possibile ottenere un risarcimento in caso di danni.

Spesso al momento di sottoscrizione del mutuo, viene chiesto all’intestatario del finanziamento di sottoscrivere una copertura assicurativa che possa tutelare sia il richiedente sia banca. Tra le varie formule assicurative esistono infatti anche delle formule in grado di intervenire in caso di calamità naturali, come alluvioni e terremoti. Attraverso il versamento annuale o semestrale di una quota – il cui importo potrà variare a seconda delle garanzie e clausole contrattuali – sarà possibile ottenere un risarcimento in base al danno subito.

La cifra prevista in caso di rimborso terrà in considerazione anche la valutazione di altri aspetti, come ad esempio la superficie dell’immobile distrutto o danneggiato, il valore commerciale, la tipologia catastale di riferimento e anche il livello di rischiosità della zona geografica.

Come tutelare la propria abitazione da eventuali rischi e pericoli?
Acquistare casa e accendere un mutuo non è certo facile soprattutto quando l’acquisto dell’abitazione è connesso all’accensione di un mutuo. Proprio perchè si tratta di investimenti particolarmente elevati e dalla lunga durata, è sempre opportuno considerare la possibilità di sottoscrivere una copertura assicurativa. In genere l’accensione di qualunque contratto per il mutuo casa prevede la sottoscrizione di una polizza scoppio e incendio, in grado di assicurare un rimborso anche totale nel caso di danni più o meno gravi dell’immobile a seguito di uno di questi eventi.

Secondo gli esperti di SuperMoney, comparatore di tariffe online, la ricerca della soluzione più conveniente per il mutuo casa dovrebbe considerare anche questo aspetto. Sebbene richieda un ulteriore sforzo sul fronte delle voci di spesa, dotarsi di una copertura assicurativa consente di avere maggiori forme di tutela in circostanze particolarmente critiche, come ad esempio la malattia o la perdita temporanea del lavoro, fino ai casi più estremi di decesso di uno degli intestatari del mutuo o danni permanenti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009