Il Social Lending di PRESTIAMOCI: un’opportunità per investitori e prestatori

Di , scritto il 28 Aprile 2016

prestiamociPRESTIAMOCI è una voce di un verbo riflessivo reciproco, scelta in maniera appropriata per indicare una piattaforma di social lending, ovvero una comunità di prestiti tra persone. Usando una metafora mutuata dall’uso del web, si parla anche di peer to peer lending (o P2P lending), espressione che mette invece in evidenza il contatto tra utenti, in questo caso tra coloro che vogliono investire denaro ricavandone una buona quota di interessi e chi ha bisogno di prestiti per realizzare progetti o spese nel settore privato o aziendale. Da sottolineare il fatto non irrilevante che PRESTIAMOCI è un servizio autorizzato e vigilato dalla Banca d’Italia, una notevole garanzia per entrambe le parti in gioco.

Come funziona il meccanismo del social lending?

L’azione è speculare, da una parte si trova il Richiedente di un prestito: può inserire la sua richiesta nel marketplace se è in possesso dei requisiti di merito creditizio stabiliti dal regolamento. Dall’altra parte c’è il Prestatore, il quale rende disponibile un capitale suddiviso in quote da 50 euro l’una – per evitare l’esclusività dell’investimento su un solo richiedente, ovvero diversificando il portafoglio per ridurre il rischio e ottimizzare il rendimento. Il Prestatore ha facoltà di scegliere tra l’elenco di prestiti in attesa di finanziamento pubblicati nel marketplace. In alternativa può decidere quale quota di rendimento attendersi e a quel punto è il software a comporre in maniera automatica il suo portafoglio.
Mediante un bonifico PRESTIAMOCI trasferisce il denaro del Prestatore sul conto corrente del Richiedente, il quale dovrà rimborsare il prestito in rate mensili di importo sempre uguale mediante addebito diretto SEPA automatizzato. Il Prestatore riceve dunque ogni mese il rimborso delle singole quote prestate, insieme agli interessi maturati. A quel punto può decidere se fermarsi oppure continuare a investire – eventualmente anche mediante una modalità automatica che permette di abbreviare i tempi e ottenere più guadagni.

Quali sono gli importi finanziabili e i tassi di interesse?

PRESTIAMOCI finanzia importi compresi nella fascia 1500-25.000 euro, con durate medie fra 12 e 72 mesi. E’ dalla valutazione delle informazioni creditizie nazionali e internazionali del richiedente che viene stabilita la classe di merito creditizio e quindi il tasso annuale nominale (TAN) fisso: al momento la quota è a partire dal 3,90% annuo (con Taeg da 5,34%).

Come viene valutato il merito creditizio?

Vengono presi in considerazione i seguenti parametri:
* Entità e stabilità dei flussi di reddito disponibili;
* Livello di indebitamento;
* Comportamento nel pagamento di finanziamenti precedenti;
* Elementi socio-demografici (età, professione, residenza);
* Profilo comportamentale.

Un’apposita interfaccia sul sito Prestiamoci consente, prima di inviare una domanda, di ottenere la simulazione del prestito con rata mensile, TAN e TAEG semplicemente seleziona la classe di merito creditizio presunta, l’importo e la durata del prestito desiderato.






Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009