Riforma del fixing dell’oro: che conseguenze avrà sulle quotazioni?

Di , scritto il 30 Luglio 2014

Lingotti_oroIl prossimo 15 agosto l’attuale fixing dell’argento non sarà più affidato a importanti banche europee, ma sostituito da un prezzo di riferimento stabilito su base d’asta da un sistema digitale. E a breve anche il fixing dell’oro sarà rivoluzionato.

Il prezzo del metallo giallo è un punto di riferimento estremamente importante per un mercato da 20.000 miliardi di dollari e anche perché su esso si basa il valore delle riserve aurifere delle banche centrali. La procedura con cui se ne stabilisce il prezzo, da quasi 100 anni a questa parte è privilegio della piazza londinese e in particolare delle banche Barclays, Hsbc, Bank of Nova Scotia e Societe Generale. I loro rappresentanti si riuniscono due volte al giorno in conferenza telefonica e immettono ordini per conto di se stesse e dei loro clienti arrivando a fissare un prezzo di riferimento. Ma a causa dei vari scandali emersi nel passato recente sulla manipolazione dei tassi, del Libor è ora chiaro che il meccanismo che stabilisce il benchmark di prezzo deve essere rivisto. Le nuove regole dovrebbero basarsi su scambi reali, rafforzare la trasparenza e fare largo impiego delle tecnologie telematiche.

La domanda che molti investitori si pongono è come cambieranno le quotazioni del metallo prezioso in futuro e in realtà le previsioni non sono semplici a farsi. Se in passato, come molti ritengono, il prezzo del lingotto era stato manipolato al ribasso, in futuro i prezzi potrebbero toccare nuovi record. Ma è più probabile ancora che, dopo un periodo di transizione, il mercato opererà un riequilibrio dei valori atteso da tempo.

A prescindere dal nuovo sistema di fixing, in questa fase per il prezzo dell’oro è di fondamentale importanza la politica che adotterà la BCE in autunno: se stamperà denaro, le quotazioni dell’oro cresceranno. Se non stamperà denaro, i prezzi del metallo scenderanno. Anche se attuali gravi crisi politiche in Medio Oriente, Libia e Ucraina sono comunque un fattore rialzista per l’oro.


1 commento su “Riforma del fixing dell’oro: che conseguenze avrà sulle quotazioni?”
  1. […] minimi storici a spiccati rimbalzi del prezzo. Inoltre, da circa otto mesi a questa parte, con la riforma del fixing dell’oro sono cambiate le modalità di fissazione del prezzo del metallo giallo. Per la verità, la […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009