Rivendere l’auto – come trovare il giusto prezzo

Di , scritto il 30 Settembre 2013

vendere autoMai come in questo periodo le difficoltà finanziarie pongono persone e famiglie nella condizione di vendere la propria auto (oppure la seconda, rivelatasi superflua) per ottenere denaro necessario per altri acquisti o per fare quadrare il bilancio. Alcuni ovvi consigli per chi vuole riuscire a spuntare il miglior prezzo possibile sono: investire un po’ di tempo e denaro per rimettere in perfetto ordine la carrozzeria e gli interni – e per riparare eventuali spiccati difetti del motore. E’ anche indice di affidabilità presentarsi al potenziale compratore con una cartellina contenente tutte le ricevute degli interventi di manutenzione e di revisione regolarmente effettuati nel corso degli anni.

Tuttavia, un elemento cruciale per la vendita di un’auto usata resta quello di essere ben coscienti del suo valore di mercato. Eccovi perciò qualche consiglio, semplice ed efficace, per valutare senza fatica il prezzo della vettura che volete vendere. Su AutoScout24, per esempio basta utilizzare il menu a tendina che compare a destra. Scegliendo la marca e il modello potrete vedere voi stessi a quale prezzo medio sono vendute le auto della stessa categoria della vostra vettura.

Su www.AutoScout24.it come valutare il prezzo di un’auto usata è intuitivo, infatti ogni giorno sono decine e decine gli annunci di persone che mettono in vendita la propria auto di seconda mano.

In alternativa, per avere un feedback sui dati che avete reperito, potete rivolgervi a una concessionaria o a un consulente in materia. Ricordando però una regola di base: il valore che stabilisce il concessionario è generalmente inferiore al prezzo di mercato perché devono tenere in considerazione le spese per il ricondizionamento e, ovviamente, un certo margine di guadagno nella vendita.

La vendita a un privato consente invece di guadagnare un po’ di più. E’ bene però scegliere adeguatamente il prezzo della vettura: chi fissa un prezzo troppo alto finisce col non trovare nessun compratore. Se, viceversa, il prezzo è troppo basso, si perde il giusto margine di profitto. Ricordate inoltre di tenere sempre presente anche il “budget di negoziazione” – ovvero, se l’acquirente vi chiede uno sconto, dovrete essere pronti a controbattere con un’offerta adeguata che costituisca un buon compromesso tra le sue e le vostre esigenze.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009