Come pagare l’Irpef in ritardo

Di , scritto il 30 Novembre 2012

La seconda (oppure l’unica) rata dell’acconto Irpef 2012 scade proprio oggi, 30 novembre 2012: l’importo deve essere versato in banca, alla posta oppure direttamente presso il concessionario della riscossione – sempre utilizzando il modello di pagamento F24. I titolari di partita IVA possono invece servirsi soltanto delle modalità telematiche. Per compilare la delega di versamento bisogna tenere presente che il versamento dell’acconto Irpef deve essere indicato nella sezione ‘Erario’, con il codice tributo 4034 e anno di riferimento 2012.

Chi dovesse mancare l’appuntamento può versare l’acconto entro il 14 dicembre, aggiungendo l’importo di una mini-sanzione dello 0,2% per ciascun giorno di ritardo, più gli interessi legali del 2,5% maturati dal primo dicembre al giorno del pagamento.

E’ anche possibile versare l’acconto entro il 31 dicembre, pagando una sanzione ridotta pari al 3% – più gli interessi legali del 2,5% annuo maturati dal primo dicembre fino al giorno del versamento.

Dopo la data del 31 dicembre 2012 e fino al termine di presentazione della prossima dichiarazione dei redditi, la sanzione è del 3,75% più gli interessi legali del 2,5% annuo con maturazione giorno per giorno.

Scaduto anche questo termine, la sanzione diventa di tipo ordinario, ovvero il 30% dell’imposta non versata o versata in meno, oltre gli interessi maturati. Questa sanzione può essere ridotta al 10% se si paga entro 30 giorni dal ricevimento dell’avviso bonario dal Fisco.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009