Quali sono le prospettive per le SRL nel 2022?

Di , scritto il 31 Dicembre 2021
prospettive SRL 2022

Si avvia alla conclusione un anno che è stato sicuramente difficile ma, che soprattutto nell’ultimo trimestre, sta riservando grandi sorprese dal punto di vista economico.

Nonostante l’emergenza sanitaria non si possa definire ancora conclusa, anzi come ben sappiamo il mese di dicembre è stato particolarmente complesso, le imprese hanno ripreso fiato nell’ultimo semestre e gli imprenditori sperano di poter continuare la lenta ripresa del fatturato in questo nuovo anno.

Oggi abbiamo deciso di focalizzarci sulle prospettive delle SRL nel 2022. Quali saranno i settori più forti? Ci saranno cambiamenti fiscali? E a chi converrà aprire una SRL nel 2022? Abbiamo intervistato Federico Salle di Servizio Contabile Italiano che ci ha raccontato cosa possiamo aspettarci per il prossimo anno.

Partiamo da chi sta pensando di aprire una SRL nel 2022: è una buona scelta?

“Il 2020 è stato l’anno più impegnativo sia dal punto di vista finanziario che mentale, mentre il 2021 si è finora rivelato un anno pieno di incredibili opportunità. Lasciati ormai alle spalle i lockdown e le restrizioni, ci prepariamo alla rinascita e alla crescita per tutto il 2022 e oltre. E fino a poco tempo fa non era un dato affatto prevedibile: molti erano i settori in ginocchio e ci sentivamo in balìa di un flusso costante di cambiamenti normativi e fiscali. Ma come dice il detto, quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare… Oggi possiamo dire che ogni sforzo è servito per costruire una nuova realtà all’insegna dell’ottimismo, soprattutto per chi sta pensando proprio ora di aprire una SRL. E non sto affatto sottovalutando le sfide future, ma è innegabile che al momento ci siano alcuni settori davvero promettenti”.

Quali sono i settori su cui puntare?

“Sicuramente il primo settore è quello del digital, sotto diversi aspetti. Molte aziende stavano passando al cloud già prima del 2020 e la pandemia ha solo reso più veloce la trasformazione digitale: le SRL specializzate nell’offerta di questi servizi, oltre che nello sviluppo di software, stanno già andando benissimo e continueranno a farlo. Un altro settore che sta marciando speditamente è quello dell’e-commerce, anche in questo caso come inevitabile conseguenza del Covid. Ma attenzione, però: chi ha intenzione di aprire una SRL nel 2022 per dedicarsi alle vendite online dovrà scegliere con cura cosa vendere. Non ha senso tentare di competere con i grandi nomi tipo Amazon, meglio puntare su nicchie di mercato, sostenibilità e Made in Italy. Infine, non vanno sottovalutate le occasioni per le aziende che vogliono occuparsi di servizi mirati alla persona e in particolare alla terza età”.

E invece come andrà il 2022 per chi ha già aperto una SRL?

“Chi ha superato questo periodo complicato, vuoi per il sostegno dello Stato o per una naturale resilienza, può tirare un sospiro di sollievo: da adesso, la strada è solo in discesa. Con i fondi in arrivo dall’Europa e i profondi cambiamenti strutturali messi in atto nel nostro Paese, c’è solo bisogno di cogliere le buone occasioni e non lasciarsi sfuggire eventuali agevolazioni”.

Sono previste novità dal punto di vista fiscale?

“Sì, molte, e in alcuni casi dovrebbe trattarsi di cambiamenti quasi epocali. Il Governo Draghi sta lavorando alla Riforma Fiscale, che dovrebbe in primo luogo portare all’abolizione dell’IRAP e di altre microtasse. Si punta poi a una semplificazione del sistema di tassazione e alla creazione di un unico codice tributario che riunisca tutte le norme. Infine, sono previsti incentivi per i giovani e le donne che vogliono provare la strada dell’imprenditoria e magari aprire una SRL proprio nel 2022”.

E per chi ha poche risorse, ma buone idee?

“In questo caso, il mio consiglio è di provare con la SRL semplificata, che riduce notevolmente i costi di apertura, pur mantenendo lo stesso status di una normale SRL. Consiglio però di preparare un business plan accurato prima di iniziare, che tenga conto almeno dei primi due anni di attività. Se invece a frenare è l’idea di non avere soci con cui condividere la nuova esperienza imprenditoriale, c’è anche la possibilità di aprire la SRL unipersonale”.

Per finire, qual è l’ultimo consiglio per chi vuole aprire una SRL nel 2022?

“A partire dall’inizio della pandemia, le aziende si sono rese subito conto di quanto fosse importante la tecnologia. Un business plan per il 2022 dovrebbe quindi includere eventuali aggiornamenti tecnologici o l’applicazione di nuove strutture digitali necessarie per rimanere aggiornati e competitivi, oltre che per risparmiare tempo e denaro da investire nell’attività”.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009