Home » Bonus 150 euro: pronti per appuntarvi tutto? Salvate la data!

Bonus 150 euro: pronti per appuntarvi tutto? Salvate la data!

Sono state ufficializzate le date dei pagamenti riguardo il bonus 150 euro una tantum. Per cui, se rientrate tra i beneficiari, prendete carta e penna e… “salvate la data”!

Nella circolare numero 116 pubblicata lo scorso 17 ottobre, l’INPS ha ufficialmente comunicato i termini entro i quali i beneficiari del bonus 150 euro una tantum riceveranno l’importo in busta paga. Vediamo quali sono le date dei pagamenti.

bonus 150 euro
bonus 150 euro – canva

Bonus 150 euro una tantum: chi sono i beneficiari

Il bonus 150 euro rientra tra le misure varate dall’ormai ex Governo Draghi, per sostenere le famiglie di lavoratori e pensionati che, a causa dell’impennata dell’inflazione, si trovano in difficoltà economica. Dunque, la platea di beneficiari è piuttosto ampia. Hanno diritto al bonus 150 euro:

  • Lavoratori dipendenti
  • Pensionati
  • Lavoratori autonomi
  • Lavoratori autonomi occasionali
  • Lavoratori co.co.co.
  • Lavoratori domestici
  • Stagionali dottorandi e assegnatisti di ricerca
  • Percettori di indennità di disoccupazione nel mese di novembre 2022
  • Titolari di disoccupazione agricola
  • Lavoratori stagionali a tempo determinato e indeterminato
  • Titolari di reddito di cittadinanza
  • Collaboratori sportivi
  • Lavoratori dello spettacolo

Bonus 150 euro una tantum: tutte le date di accredito

Il bonus 150 euro riguarderà circa 22 milioni di persone, per un totale di circa tre miliardi di euro e sarà erogato ai cittadini lavoratori e pensionati che rientrano nella soglia reddituale annua entro i 20 mila euro, riferita al 2021.  L’art. 18 del DL 144/2022, decreto Aiuti – ter, prevede inoltre, che il bonus sarà accreditato nella retribuzione erogata nella competenza del mese di novembre.

Nel caso dei lavoratori dipendenti, con esclusione dei lavoratori domestici, il pagamento del bonus avverrà tramite i datori di lavoro che procederanno all’accredito del bonus direttamente nella busta paga di novembre 2022.

Non ci sono ancora notizie ufficiali per quanto riguarda, invece, i lavoratori autonomi occasionali, i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, dottorandi e assegnatisti di ricerca. Per i quali, si attendono nuove comunicazioni da parte dell’INPS. Al momento, l’unica cosa certa è che si procederà in ordine cronologico per rispondere alle richieste pervenute.

date pagamenti bonus 150 euro
date pagamenti bonus 150 euro – canva

In conclusione, ricordiamo che, mentre per alcune categorie l’accredito del bonus parte direttamente dall’INPS, senza la necessità di presentare alcuna domanda, per altri c’è bisogno di presentare domanda all’INPS o agli enti gestori di appartenenza, entro il 30 novembre 2022. Il modulo per presentare domanda è disponibile accedendo al sito web dell’INPS, seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” – “Servizi” – “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Una volta autenticati sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza.