Home » Quanto consuma (davvero) una stufa a pellet: prepariamoci ad un inverno difficile

Quanto consuma (davvero) una stufa a pellet: prepariamoci ad un inverno difficile

Negli ultimi anni tantissimi italiani hanno scelto di riscaldare la propria casa con una stufa a pellet. Ma quanto consuma davvero una stufa a pellet? La risposta è davvero sorprendete! Prepariamoci ad un inverno difficile!

Recentemente, tante famiglie italiane hanno scelto di affrontare i mesi più freddi con il calore di una stufa a pellet. In effetti, si tratta di una soluzione molto più sostenibile per l’ambiente rispetto alle classiche caldaie che utilizzano commestibili non rinnovabili come Metano, GPL o Gasolio. Inoltre, fattore da non sottovalutare affatto, è considerata un’alternativa piuttosto economica. Alla luce di questi dati, in molte case italiane, si è scelto di passare all’alternativa del riscaldamento a pellet. Tuttavia, negli ultimi mesi qualcosa è cambiato! Scopriamo insieme se il pellet è ancora un sistema conveniente come qualche mese fa.

prezzi pellet
prezzi pellet solofinanza.it

Stufa a pellet: come funziona

Prima di iniziare a parlare di cifre, è importante fare una piccola presentazione di questi dispositivi, così tanto diffusa nelle case degli italiani. Le stufe a pellet funzionano in modo molto simile alle stufe a legna. In pratica, all’interno di un serbatoio viene caricato il pellet, che brucerà a poco a poco e la sua combustione produrrà aria calda. Proprio come le classiche caldaie, questi apparecchi sono dotati di un comodo termostato che consente di regolare la temperatura e di programmare l’orario di accensione e spegnimento. Detto questo, vediamo un po’ in cifre quanto consuma una stufa a pellet.

pellet
pellet solofinanza.it

Quanto consuma davvero una stufa a pellet?

Per capire esattamente quanto consuma una stufa a pellet, iniziamo supponendo di far funzionare un dispositivo di media qualità, programmata per accendersi per dodici ore al giorno. Il consumo medio sarà di circa 15 kg di pellet. Un sacco da 15 kg di pellet di discreta qualità, oggigiorno, ha un costo che oscilla tra i 10 e i 15 euro.

Oltre al consumo del pellet, è importante tenere a mente che proprio come le classiche caldaie, le stufe a pellet funzionano con l’elettricità e consumano esattamente come loro. Tanto per dare una idea, possiamo dire che una stufa a pellet che funziona per 4 ore al giorno per circa sei mesi all’anno consumerà esattamente 60 kilowattora.

A questo punto, occorre effettuare una stima dell’investimento iniziale. Ovvero, aggiungere alla lista delle spese variabili, le spese una tantum per l’acquisto, la relativa installazione e la manutenzione periodica del dispositivo (consigliata almeno una volta all’anno). Una stufa di media qualità ha un prezzo che si aggira intorno ai 2000 / 2500 euro circa e il costo di installazione è di 500 euro.

Insomma, a conti fatti, possiamo dire che le stufe a pellet sono sì, una soluzione che strizza l’occhio alla sostenibilità ambientale, ma non proprio conveniente come qualche mese fa. Prepariamoci, dunque, ad un inverno difficile, almeno finché non diminuisca il costo del pellet.