Home » No gas, no pellet: c’è un’alternativa che costa pochissimo

No gas, no pellet: c’è un’alternativa che costa pochissimo

Il caro energia non ha colpito solo il gas, ma da qualche mese a questa parte sono stati registrati spropositati aumenti del costo del pellet. Ma c’è una alternativa che costa pochissimo! Ecco quale.

Fino allo scorso aprile una sacchetta di pellet da 15 chilogrammi costava intorno ai 5 euro, ma da qualche mese c’è stata una vertiginosa impennata dei prezzi. Per una sacchetta della stessa quantità, oggi, si spende intorno ai 12 euro e pare che il prezzo possa aumentare ulteriormente quando la richiesta diventerà più elevata. Per cui, è necessario pensare a delle valide e più economiche alternative al pellet.

alternative al pellet
alternative al pellet solofinanza.it

Prezzo del pellet alle stelle…ecco le alternative più economiche

L’aumento dei costi delle materie prime stanno letteralmente svuotando le tasche degli italiani ed anche il costo del pellet è sempre più alto. A causa di questo folle aumento del prezzo del Pellet, molte famiglie stanno valutando le alternative possibili. Fortunatamente, il mercato offre valide ed economiche opzioni da bruciare per generare calore. Vediamo quali sono e i possibili costi da sostenere.

Le soluzioni al caro Pellet!

Il primo passo necessario, prima di intraprendere qualsiasi iniziativa, è anzitutto, assicurarsi che la propria stufa sia compatibile con l’utilizzo di altre biomasse alternative al pellet. Per cui, prima di considerare soluzioni diverse al pellet, è sempre meglio informarsi dal produttore o dal venditore sulla compatibilità della propria stufa a bruciare altro, che non sia pellet.

Una volta verificato che le condizioni siano favorevoli, sarà possibile scegliere tra le numerose biomasse presenti in natura. Tra queste spicca il nocciolino di sansa.

Si tratta di tocchetti di legno, all’apparenza molto simili al pellet, seppur di scarsa qualità. D’altronde, il nocciolino di sansa è uno scarto di lavorazione. Tuttavia, esso ha un potere calorifero stimato tra i 4,5 e i 6,5 kWh/Kg. Attualmente, i costi per un sacchetto da 15 chilogrammi si aggirano sui 5 euro. L’unico neo è che, trattandosi di un prodotto poco conosciuto e utilizzato, almeno fino ad ora, il nocciolino di sansa non è facilmente reperibile e acquistabile come il pellet.

Altre alternative economiche al Pellet

nocciolino di sansa
nocciolino di sansa web

Oltre al nocciolino di sansa, in commercio è possibile trovare anche altre ottime alternative al pellet. Proprio come il nocciolino di sansa, il costo di queste biomasse risulta piuttosto conveniente e hanno un potere calorifero che non fa affatto rimpiangere il caro Pellet.  Tra le altre alternative economiche al pellet troviamo:

  • il cippatino di legno,
  • il mais essiccato,
  • i noccioli tritati della frutta
  • i gusci di frutta secca tritati.