Home » In pensione senza contributi, è tutto vero: scopri come fare

In pensione senza contributi, è tutto vero: scopri come fare

Chi ha lavorato senza contratto o non ha mai lavorato, può richiedere l’assegno sociale che dal 1996 ha sostituito la pensione sociale.

Assegno sociale per chi non ha contributi: a quanto ammonta e come richiederlo. Leggiamo i dettagli nell’articolo.

pensione senza contributi
Assegno sociale-solofinanza.it

Si può andare in pensione senza contributi: scopriamo come fare

Non è possibile andare in pensione senza contributi. Come previsto dalla legge, per la pensione di vecchiaia sono comunque necessari 20 anni di contribuzione accreditata, che possono scendere a 15 per alcune categorie di lavoratori.

L’assegno sociale ha quindi carattere assistenziale, ma non è esportabile. Infatti non viene riconosciuto se si risiede all’estero. Inoltre non è reversibile ai familiari superstiti. Un aiuto concreto che però ha delle severe limitazioni che vanno rispettate.

L’assegno sociale sembra essere quindi l’unica soluzione per chi non ha mai lavorato o ha sempre lavorato senza regolare contratto. Una soluzione che però è soggetta a dei requisiti fondamentali per potervi accedere. Scopriamo nelle prossime righe tutti i dettagli della vicenda e come poter ricevere l’assegno arrivati alla soglia dei 67 anni, età in cui si accede regolarmente alla pensione per i regolari contribuenti.

Ma quindi come si va in pensione senza contributi? Come fare

Pensione sociale senza contributi
Assegno sociale-solofinanza.it

Per chi ha raggiunto l’età della pensione ma non ha mai lavorato, oppure ha svolto dei lavori in nero, è prevista quindi la possibilità di fare domanda per l’assegno sociale. I beneficiari però devono avere un reddito al di sotto delle soglie stabilite annualmente, oltre che la residenza effettiva in Italia e aver raggiunto l’età di 67 anni. Se si soggiorna all’estero per più di 29 giorni, la prestazione economica viene sospesa e dopo un anno revocata.

Per quest’anno il limite di reddito per poter richiedere l’assegno sociale è di 6.085,43 euro e 12.170,86 euro per chi invece è sposato. L’importo dell’assegno, che non è soggetto alle trattenute IRPEF,  viene ugualmente aggiornato ogni anno: per il 2022 è di 468,11 euro per 13 mensilità.

Chi non ha alcun reddito ha diritto all’intero importo. Così come i soggetti coniugati nel caso in cui il loro reddito annuo sia inferiore al totale dell’assegno. Altrimenti l’assegno viene ridotto. Il beneficio però è provvisorio perché i requisiti vengono verificati annualmente.

Quindi in caso di lavoro in nero e zero contributi è possibile richiedere l’assegno sociale una volta compiuti i 67 anni, se in presenza degli altri requisiti richiesti.

La domanda deve essere presentata online all’INPS tramite il servizio dedicato; è possibile inoltre rivolgersi a enti di patronato, intermediari dell’Istituto o al contact center.