Home » Ti svegli sempre stanco? La scienza sa perché: segui questi consigli

Ti svegli sempre stanco? La scienza sa perché: segui questi consigli

Il sonno è uno dei piaceri più belli della vita, ma la routine e lo stress possono spesso intaccare questo magico momento. La scienza però ha delineato chiaramente quali sono i fattori che influenzano la qualità del sonno, arrivando a migliorarlo notevolmente.

In un mondo sempre in movimento il sonno viene spesso considerato una perdita di tempo da ridurre il più possibile, ignorando però tutti i benefici che apporta all’organismo, includendo la diminuzione dello stress e la prevenzione l’insorgenza di malattie.

come migliorare il sonno, lo dice la scienza
Come dormire meglio – solofinanza.it

Come dormire bene?

Gli scienziati da anni si sono interessati al tema del sonno, studiando ed analizzando non solo le posizioni assunte per dormire, ma anche la qualità del cuscino, del materasso ed anche le condizioni esterne che hanno un impatto sulla qualità del sonno.

Un buon riposo assicura al corpo uno stato di benessere fisico e mentale, migliora la memoria, aumenta la creatività, migliora l’attenzione, riduce il rischio di depressione ed è più forte, riuscendo a far fronte alle sfide della giornata.

Secondo alcuni studi la maggior parte delle persone preferisce dormire su un fianco, anche in posizione fetale, riuscendo a mantenere una qualità del sonno elevata, pochi risvegli e meno problemi respiratori rispetto a chi dorme sdraiato sulla schiena.

Durante la notte possono essere frequenti i cambi di posizione, per far fronte a fastidi, dolori o disagi legati alla posizione assunta. Questi movimenti prevengono anche le piaghe da decubito, quindi sono importantissimi.

Data la varietà di caratteristiche che possono cambiare da persona a persona, non esiste un modo migliore per dormire, anche perché età, peso, ambiente e condizioni fisiche possono influire enormemente sulla qualità del sonno.

come migliorare il sonno
Posizioni, cuscini e materassi per dormire meglio – pixabay

Quale cuscino e materasso consente il miglior riposo?

Mentre non sono disponibili studi che riguardano le migliori posizioni da assumere per dormire, esistono tantissime ricerche su qualità, forma e materiale di cuscini e materassi.

Il cuscino ad esempio deve fornire il giusto sostegno a testa e collo per evitare danni alla colonna vertebrale e dolori intensi ai muscoli, oltre alla rigidità articolare.

Forma, dimensione ed altezza di cuscini e materassi possono davvero influenzare la qualità del propri riposo e, a seconda delle esigenze di ognuno, si può optare per l’acquisto di materassi più o meno alti o rigidi e cucini a forma di U o a forma di rotolo per chi vuole ridurre il fastidio al collo, specialmente chi soffre di dolori cronici.

Un supporto al livello delle ginocchia è inoltre molto utile alla giusta posizione dello scheletro, supportando la posizione naturale delle articolazioni.