Home » Pesticidi nella pasta: secondo un recente studio è allarme vero!

Pesticidi nella pasta: secondo un recente studio è allarme vero!

È allarme pesticidi nella pasta! Secondo un recente studio, alcuni marchi di pasta conterrebbero tracce di glifosato.

La pasta è uno degli alimenti base nella cucina del nostro Bel Paese. Questo alimento apporta diversi benefici al nostro organismo: fa bene al metabolismo, al cuore, al sangue, ma è anche un potente anti stress e aiuta nella concentrazione. Molti italiani e non, proprio non riescono a farne a meno. Del resto, le ricette a base di pasta sono davvero fantasiose e tanto apprezzate in tutto il mondo.

allarme pesticidi nella pasta
allarme pesticidi nella pasta – solofinanza.it

Eppure, recentemente è salita agli onori di cronaca una notizia piuttosto allarmante. A sconcertare tutti, è una ricerca pubblicata sulla rivista svizzera K – Tipp, secondo la quale sarebbero state riscontrate tracce di pesticidi all’interno di diversi tipi e marchi di pasta. Nello specifico, si tratterebbe di una sostanza chiamata glifosato, un potente erbicida potenzialmente cancerogeno. Facciamo il punto della situazione.

Allerta pesticidi nella pasta: che cos’è il glifosato?

La sostanza rilevata all’interno di alcuni marchi di pasta si chiama glifosato. Si tratta dell’erbicida più diffuso al mondo, per via della sua efficacia e della minore tossicità rispetto a prodotti dello stesso tipo, attualmente disponibili in commercio. Nonostante sia ancora molto utilizzato, recentemente, il glifosato è stato oggetto di molte discussioni perché ritenuta una sostanza potenzialmente cancerogena, dunque, pericolosa per la salute. Proprio a tal proposito, vengono spesso fatti dei test per scongiurare il rischio di ritrovarcelo nei prodotti che finiscono sulle nostre tavole.

Pasta con pesticidi: è allarme secondo una recente ricerca

Come abbiamo anticipato, a sollevare la questione ci ha pensato una recente ricerca svizzera pubblicata sulla rivista K – Tipp. Nello specifico, sono stati analizzati 18 diversi brand di pasta, commercializzati in Italia e nei diversi paesi europei. Secondo i dati, un po’ meno della metà dei marchi di pasta è risultata positiva alla presenza di pesticidi, ovvero di glifosato.

È importante sottolineare che le quantità analizzate non sono alte e non superano i limiti di legge, tuttavia, resta un problema perché si tratta sempre di una sostanza potenzialmente dannosa per la nostra salute.

pasta
pasta – solofinanza.it

I campioni che durante i test si sono rivelati completamente puliti da residui sono quelli di pasta biologica. Tra i marchi conosciuti e più puliti spicca Barilla. Sorridono meno i marchi Divella, Garofalo, Agnesi e Lidl Combino, che sono prontamente intervenuti in merito alla questione, sottolineando proprio come i residui rilevati siano ben al di sotto dei limiti consentiti dalla legge.