Home » Svapi per evitare i danni del fumo? Queste ricerche non ti piaceranno: risultati inaspettati

Svapi per evitare i danni del fumo? Queste ricerche non ti piaceranno: risultati inaspettati

Chiunque abbia scelto di dare un taglio alle sigarette usando quelle da svapo sta per avere una brutta notizia che arriva direttamente da due studi condotti in California. Secondo i dati emersi infatti i danni sarebbero equiparabili tra loro.

Ormai è certo, sia lo svapo che le sigarette tradizionali apportano gli stessi danni all’organismo, intaccando i vasi sanguigni a causa dell’irritazione delle vie aeree, arrivando infine ad aumentare il rischio di malattie cardiache ed il rischio di cancro.

svapo liquido
Gli effetti della sigaretta elettronica – pixabay

Gli studi americani

Gli studi sono stati condotti in California ed hanno avuto come capo il professore di medicina nella divisione di cardiologia dell’Università della California, Matthew L. Springer e sono stati pubblicati nella rivista peer-reviewed Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology (ATVB) dell’American Heart Association.

Springer ha dichiarato: “L’obiettivo di questo progetto era determinare perché un numero crescente di prodotti del tabacco per via inalatoria, comprese le sigarette combustibili, i prodotti del tabacco riscaldati e le sigarette elettroniche, compromettono tutti la funzione endoteliale nonostante le differenze fondamentali in questi prodotti.

Migliaia di sostanze chimiche sono state identificate nel fumo di tabacco, alcune delle quali sono presenti anche negli aerosol delle sigarette elettroniche, sia come ingrediente originale sia come prodotto di reazione chimica del processo di riscaldamento.

Abbiamo cercato di scoprire quale componente specifico del fumo o del vapore di sigaretta elettronica potrebbe essere responsabile dell’interferenza con la capacità dei vasi sanguigni di funzionare in modo efficiente”.

sigarette e svapo
Sigarette e svapo, i danni – pixabay

Quali sono i risultati

Il primo studio è stato condotto misurando la dilatazione arteriosa flusso-mediana prima e dopo l’esposizione a 4 tipi di fumo: nicotina convenzionale, nicotina ridotta, nicotina con aggiunta di mentolo e nicotina ridotta con aggiunta di mentolo. Il risultato ha mostrato come tutti e 4 i tipi di fumo ha causato una riduzione della dilatazione dei vasi sanguigni, arrivando fin al 46%.

Il secondo studio ha incluso 120 persone tra i 21 ed i 50 anni privi di ogni malattia vascolare ma che erano soliti fumare più volte al giorno, alcune volte a settimana e persone che non fumavano o svapavano affatto. I risultati hanno evidenziato anche in questo caso che esiste una riduzione della dilatazione dei vasi sanguigni ma è stato anche trovato un aumento del 15% del rischio di sviluppare malattie cardiache.

In sintesi quindi le analisi hanno confermato ciò che molti temevano da tempo, ovvero che non esiste differenza tra i due dispositivi (sigarette classiche e da svapo), in più è stato anche notato come il mentolo aggiunto nei prodotti per svapare può ridurre l’irritazione causata dall’inalazione del fumo, facilitando la dipendenza alla nicotina stessa.