Home » Bonus idrico 2022, nessuno ne parla: puoi avere uno sconto sulla bolletta dell’acqua

Bonus idrico 2022, nessuno ne parla: puoi avere uno sconto sulla bolletta dell’acqua

Pochi sono a conoscenza della possibilità di usufruire del bonus idrico. Pertanto, scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta e quando è possibile ricevere lo sconto sulla bolletta dell’acqua.

Il Bonus acqua rappresenta una importante agevolazione fiscale, fortemente voluta dal Ministro dell’Ambiente, a favore delle famiglie che vivono in condizioni di disagio economico. Dunque, è un sostegno economico riconosciuto in presenza di alcuni specifici requisiti reddituali. Facciamo il punto della situazione.

bonus bollette acqua
bonus bollette acqua – canva

Bonus idrico 2022: cos’è

Coloro ai quali viene riconosciuto il bonus acqua, possono beneficiare di uno sconto in bolletta pari al 20 – 30 % del totale della bolletta dell’acqua. In buona sostanza, questa agevolazione garantisce 50 litri di acqua gratis al giorno, per ogni componente della famiglia in situazione di disagio. Superati i quali bisogna pagare.

Va specificato, che a differenza del bonus sociale che prevede aiuti per le bollette di luce e gas e che è gestito a livello nazionale, il bonus idrico è di competenza delle singole Regioni. Pertanto, le domande per ricevere questa agevolazione dipendono esclusivamente dalle Regioni.

Bonus acqua 2022: a chi spetta

Come abbiamo anticipato, per avere diritto a questo bonus, c’è bisogno di essere in possesso di determinati requisiti reddituali. Nello specifico occorre essere titolare di un contratto di acqua ad uso domestico, oppure usufruire di un contratto intestato al condominio in cui si vive. In più, è necessario avere un ISEE non superiore a 8.256 euro se singoli; la soglia ISEE sale a 20 mila, in presenza di almeno 4 figli a carico.

Bonus idrico 2022: come richiederlo

Per ottenere il diritto al bonus acqua 2022, è necessario presentare un’apposita domanda al proprio Comune di residenza. In alternativa, per presentare la domanda che dà diritto al bonus idrico, è possibile rivolgersi ad un CAF di fiducia, ad un ente designato dal Comune oppure presso le Comunità montane. Ad ogni modo, il modulo di presentazione resta lo stesso. Ad esso vanno allegati altri documenti. Nello specifico, è necessario allegare al modulo di richiesta:

  • Attestazione ISEE
  • Autocertificazione di componenti di famiglia numerosa

Nell’eventualità in cui non sia il titolare dell’utenza a presentare domanda, è necessario che il delegato presenti l’apposita delega.

bollette acqua bonus
bollette acqua bonus – canva

In caso di accettazione della domanda, il bonus sarà presente direttamente sulla bolletta dell’acqua ed avrà una durata pari a 12 mesi, a partire dalla data dell’ottenimento del bonus. Alla scadenza è possibile presentare nuovamente la domanda bonus idrico, sempre a patto che ci siano i requisiti necessari.