Home » Canone Rai, quando puoi rifiutarti di pagarlo (e non subire alcuna conseguenza)

Canone Rai, quando puoi rifiutarti di pagarlo (e non subire alcuna conseguenza)

Così come in molti paesi europei, la quasi totalità della popolazione nostrana è “obbligata” a pagare un canone per usufruire regolarmente dei servizi televisivi Rai. In compenso, diverse categorie di persone, possono esserne esentati.

Alcune categorie di cittadini possono ottenere l’esenzione dal pagamento del Canone Rai ed evitare di pagarlo interamente. Vediamo quali sono queste categorie.

canone rai esenzioni
canone rai solofinanza.it

Canone televisivo Rai, se hai questi requisiti smetti di pagarlo: ecco quali sono

Il secolo scorso è stato il periodo storico che ha portato alla vendita di tantissimi elettrodomestici. Questi ultimi, al giorno d’oggi, sono divenuti nella quasi totalità dei casi indispensabili. Uno dei più immancabili nelle case degli italiani risulta essere il televisore. Si tratta infatti di uno strumento che è presente in quasi tutte le case, soprattutto a causa del suo uso poliedrico. Il “mezzo” per eccellenza di notizie, intrattenimento ed informazioni. Quella italiana, si è rivelata nel corso del tempo una popolazione spesso “teledipendente“. Ma c’è da aggiungere che la TV sta attraversando una fase di transizione tecnologica che la sta facendo diventare sempre più uno strumento simile ad un computer. Se la TV è quindi così amata e diffusa, al contrario non lo è il canone televisivo, noto come canone Rai, che rappresenta un elemento di “disturbo” per gli italiani.

A dispetto del termine canone, si tratta in realtà di una vera e propria tassa che risulta necessaria per lo stato. La tassa da pagare ammonta a 90 euro calcolati su base annua e fino alla fine del 2022 pagati in automatico attraverso la fatturazione dell’energia elettrica in diverse rate. La tassa televisiva viene comunque corrisposta da poco meno della metà della popolazione italiana, comunque un netto passo in avanti rispetto al passato.

Alcune categorie di cittadini però, come detto in precedenza, possono ottenere tuttavia l’esenzione dal pagamento del Canone Rai, ossia evitare di pagarlo interamente, come ad esempio chi ha un’età anagrafica di almeno 75 anni ed un reddito non superiore ad 8.000 euro, limite di reddito che deve essere considerato complessivamente, calcolando sia le somme percepite dal soggetto richiedente che dal coniuge. L’esenzione viene applicata qualora il soggetto non conviva con altri soggetti titolari di reddito proprio.

 

rai e canone
rai solofinanza.it

Come richiedere l’esenzione per non pagare il canone televisivo Rai

E’ possibile chiedere l’esenzione compilando il modulo presente presso il portale dell’Agenzia delle Entrate, raggiungibile attraverso QUESTO link ed inviandolo tramite un plico senza busta  assieme ad una copia del documento del titolare all’indirizzo Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Alternativamente è possibile scegliere di inviarlo via posta certificata PEC all’indirizzo Canonetv@postacertificata.rai.it.