Home » C’è una moneta da 2 euro che non dovresti mai dare via: qual è e quanto vale

C’è una moneta da 2 euro che non dovresti mai dare via: qual è e quanto vale

Lo sapevi che c’è una moneta da 2 euro che può valere una piccola fortuna? Ecco qual è e quanto vale. 

Ogni giorno tutti noi abbiamo a che fare con monete di euro e chissà che non ci sia capitato di avere nel porta spiccioli una di queste monete da 2 euro dal valore davvero speciale!

2 euro preziose
2 euro solofinanza.it

Si tratta della moneta da 2 euro Germania che viene coniata ogni anno dal 2002. Questa moneta di euro tedesca, come tutte le altre monete da 2 euro, è bimetallica. La facciata del rovescio del pezzo riporta in grande il valore nominale 2 Euro e la raffigurazione della mappa dell’Europa attraversata da 6 linee che uniscono le classiche 12 stelle.

Al dritto, invece, la facciata della moneta è caratterizzata dalla presenza di una grande aquila al centro (simbolo della sovranità tedesca), con sotto il millesimo di conio e il segno di zecca (A – Berlino, D – Monaco di Baviera, F – Stoccarda, G – Karlsruhe, J – Amburgo) e 12 stelle a cinque punte rappresentanti l’Unione Europa, sul bordo esterno.  

Rara moneta da 2 euro tedesca: ecco quanto vale! 

euro preziose
2 euro germania solofinanza.it

Generalmente, la moneta da 2 Euro Germania è considerata, dai collezionisti di monete e gli appassionati di numismatica, una moneta piuttosto comune. Del resto, come abbiamo anticipato, viene coniata ogni anno dal 2002.  

Tuttavia, le monete con l’aquila coniate in alcuni anni particolari come il 2004, 2005 e 2006 e che riportano il segno della Zecca di Stoccarda (F) e della Zecca di Karlsruhe (G) possono essere molto difficili da reperire e, di conseguenza, avere un valore maggiore rispetto a quello nominale di due euro. Piuttosto rare ed interessanti agli occhi degli appassionati di numismatica, sono anche le monete da 2 Euro Germania coniate nei recentissimi anni 2021 e 2022. 

Ovviamente, come per tutte le monete rare e da collezione, affinché raggiungano una buona valutazione è necessario che si presentino in condizioni Fior di Conio, ovvero “nuove di zecca”. In questo caso, una moneta da 2 euro tedesca con l’aquila (anni 2004, 2005 e 2006) può avere un valore che si aggira intorno ai 10 – 12 euro. Un pezzo degli anni 2021 e 2022 in condizioni Fior di Conio arriva a valere fino a 15 euro. Discorso diverso per le monete circolate che, dunque, presentano segni di usura o graffi. In questo caso, difficilmente la moneta supererà il suo valore nominale.  

In conclusione, il nostro consiglio è di guardare sempre con attenzione le monete da due euro Germania che ti girano tra le mani o che potresti aver conservato in un salvadanaio perché potrebbero valere molto più di quello che immaginavi!