Home » Limoni, non comprate questi: c’è una brutta sorpresa in agguato

Limoni, non comprate questi: c’è una brutta sorpresa in agguato

Comprare i limoni al supermercato o dal fruttivendolo è abbastanza comune e molte volte compriamo i primi che vediamo, ma la verità è che è meglio prestare molta attenzione a che tipo di limoni si acquista.

Quindi Parlando nello specifico di limoni, ne esiste una varietà che potrebbe essere tossica ma è difficile da riconoscere. Vediamo quindi quali sono questi limoni da non comprare e come distinguerli dagli altri!

Limoni nel carrello solofinanza.it

Non comprate questi limoni: potrebbe aspettarvi una buona sorpresa

La frutta e la verdura non sono sempre quello che sembrano e basta un attimo per acquistare dei prodotti scadenti e pieni di sostanze dannose provenienti da chissà quale paese. Per non cadere in questo errore, bisogna sempre leggere le etichette. Acquistare consapevolmente dei prodotti di buona qualità non è sempre facile. Soprattutto quando la frutta o gli agrumi, come in questo caso i limoni, sono presentati in modo impeccabile con colori brillanti e senza danni o ammaccature. In realtà ci sono aspetti da osservare che possono fare la differenza.

I clienti quando si recano al supermercato a fare la spesa, spesso non sanno riconoscere quali alimenti siano “più sicuri” o meno. Le aziende sono protette e tutelate dalle Leggi. Infatti, basta scrivere sulle etichette qualche riga per scrollarsi da qualsiasi responsabilità. In questo caso, spesso i limoni venduti nei supermercati riportano la dicitura “buccia non edibile”.

Attenzione alla dicitura solofinanza.it

Quando non comprare i limoni: attenzione alle diciture

Se vediamo scritto sull’etichetta del prodotto la dicitura  “buccia non commestibile” o “ buccia non edibile”, significa che potrebbero essere tossici. Questi limoni vengono trattati con prodotti nocivi e chimici, rendendo la buccia non commestibile. Le sostanze chimiche usate a base di antimicotici, pesticidi e antimuffa servono per rendere belli i limoni e quindi facilmente acquistabili dai consumatori. Spesso però queste sostanze dannose penetrano anche nella polpa del frutto. Quindi anche se scartiamo la buccia, potremmo correre dei rischi.

Nemmeno lavarli può essere la soluzione per rimuovere queste sostanze, poiché sono in grado di infiltrarsi nella polpa del frutto. Di solito sono limoni importati da altri paesi e quindi molto più economici. Quindi, cosa bisogna fare per non correre questi rischi? Il consiglio è certamente quello di non acquistare limoni che presentino questa informazione in etichetta “buccia non edibile”. Inoltre, meglio stare alla larga da quei frutti che hanno un aspetto perfetto, regolari e senza ammaccature e imperfezioni, sintomi di poca naturalezza. Anche quelli che costano poco spesso arrivano da altri paesi e nascondono il loro vero trattamento. Meglio comprare sempre prodotti dei quali conosciamo la filiera di provenienza.