Home » Scadenze fiscali, Imu e non solo: cambiano le date, attenzione

Scadenze fiscali, Imu e non solo: cambiano le date, attenzione

Bisogna prestare attenzione alle scadenze fiscali: ecco tutte le nuove date per il pagamento delle tasse importanti, come la Dichiarazione IMU.

Ci sono date che vanno appuntate per non rischiare problemi: è il caso delle scadenze fiscali, appuntamenti importanti il cui mancato rispetto comporta sanzioni altrettanto importanti.

scadenze fiscali
Foto di Firmbee da Pixabay

Il calendario fiscale di quest’anno è stato riscritto, come da indicazioni contenute nella legge n. 122/2022, di conversione del decreto Semplificazioni, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 193 del 2022. Sono previste le scadenze della dichiarazione IMU, quella per l’imposta di soggiorno e ancora le comunicazioni LIPE (liquidazioni periodiche IVA) e i modelli INTRA.

Il termine per la presentazione della Dichiarazione IMU 2022 è passato dal 30 giugno 2021 al 31 dicembre 2022: si tratta della dichiarazione relativa all’anno d’imposta 2021. A tal proposito il MEF (Ministero Economia e Finanze) ha approvato il nuovo modello dichiarativo IMU e rese disponibili le relative istruzioni per la corretta compilazione con l’apposito decreto dittatoriale del 29 luglio. Con le nuove date cambia anche il termine ultimo per la Dichiarazione IMU considerata “tardiva”, da consegnare entro i 90 giorni successivi al termine effettivo, cioè entro il 31 marzo 2023. Cosa succede a chi presenta la Dichiarazione IMU in ritardo? In questo caso dovrà essere versata una sanzione ridotta di circa 5,00 euro (1/10 di euro 50) nel caso di IMU non dovuta oppure dovrà essere versata una sanzione del 10% del tributo non versato in tempo nel caso in cui l’IMU sia dovuta.

Decreto Semplificazioni: ecco la scadenza delle comunicazioni LIPE del secondo trimestre 2022

pagamento tasse
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Sempre attraverso il decreto Semplificazioni anche la Dichiarazione imposta di soggiorno relativa al periodo 2020 e 2021, passa dal 30 giugno 2022 al 30 settembre 2022. Novità anche per quanto riguarda la scadenza delle comunicazioni LIPE (Liquidazioni periodiche IVA) del secondo trimestre 2022: la scadenza passa dal 16 settembre al 30 settembre. Ecco tutte le date per le LIPE anno 2022:

  • 31 maggio 2022, LIPE primo trimestre
  • 30 settembre 2022, LIPE secondo trimestre
  • 30 novembre 2022, LIPE terzo trimestre
  • 28 febbraio 2023, LIPE quarto trimestre.

Continuando sul tema scadenze fiscali c’è un ritorno al passato per i modelli INTRA: è necessario presentarli entro la fine del mese successivo al periodo di riferimento e non è più necessario che siano presentati entro il giorno 25 del mese successivo. Riuscire a rispettare le scadenze per il pagamento dei tributi è necessario per non incorrere nelle sanzioni che se in alcuni casi si rivelano irrisorie e pari ad una piccola mora in altri possono diventare delle multe salatissime e davvero molto costose rispetto al tributo da versare. Ricordiamo di compilare bene tutti i moduli connessi seguendo le relative istruzioni.