Home » Quanto guadagna un tabaccaio: la risposta vi sorprenderà

Quanto guadagna un tabaccaio: la risposta vi sorprenderà

Quando parliamo del mondo del lavoro, uno degli argomenti di maggiore interesse sono i guadagni derivanti da ogni mansione svolta.

Nell’immaginario collettivo il lavoro del tabaccaio è annoverato come uno dei più retribuiti, sarà vero?

tabacchi
Quanto guadagna un tabaccaio? – solofinanza.it

La figura del tabaccaio non è facile da inquadrare, in quanto i suoi guadagni sono variabili e dipendono molto dalle stime, dalle quantità e dagli oggetti che vengono venduti nel proprio locale. Premesso che non sia possibile stabilire il guadagno preciso di un tabaccaio, iniziamo a vedere la tassazione applicata a tale mestiere.

Quali sono i guadagni di una tabaccheria?

Innanzitutto, bisogna chiarire che in ogni attività possono essere vendute più tipologie di prodotti e quindi è possibile trarre guadagno da più fonti. C’è chi insieme alla vendita di tabacchi e gratta e vinci, vende anche articoli comuni come penne, quaderni, fogli. Per fare una stima orientativa dei guadagni, non possiamo non parlare dell’aggio.

L’aggio è la quota di ricavo lorda del tabaccaio sui generi di Monopolio statale su cui gravano le tasse e le spese operative della tabaccheria. Gli aggi di una tabaccheria variano a seconda dei diversi prodotti: ad esempio l’aggio sui tabacchi ricopre circa il 10%, mentre i gratta e vinci l’8%. Per spiegarla brevemente: per ogni pacchetto di sigarette venduto (che in media ha un costo di 5 euro), il tabaccaio riesce a ricavare un profitto pari al 10% dei 5 euro, quindi guadagna 0,50 euro per ogni pacchetto di sigarette venduto. In questo caso perché la valutazione del mensile di un tabaccaio risulta difficile? Presupponiamo che la tabaccheria si trovi nel centro di Milano, in una delle vie più trafficate, va da sé che la vendita di generi di tabacchi o di gratta e vinci potrebbe essere superiore rispetto, magari, ad una piccola attività in periferia.

tabacchi
Locandina tabacchi – solofinanza.it

I dati ISTAT

Considerando le spese da sostenere per l’acquisto degli articoli e le tasse da pagare, non sempre il tabaccaio veste i panni di chi guadagna cifre esorbitanti. Siamo portati a pensare che, anche in momenti di crisi le persone non rinuncino a fumare oppure che siano maggiormente tentati nell’acquisto di gratta e vinci per cercare fortuna. Più servizi si decide di offrire, maggiore sarà il guadagno che si ricaverà dalla propria attività. Tuttavia, volendo fare una stima precisa seguendo i dati ISTAT, in media, un tabaccaio dovrebbe guadagnare circa 1.300 euro al mese. Questo, però, non si verifica sempre, ci sono anche tabaccai che riescono a guadagnare molto di più fino ad arrivare a circa 5.000 euro al mese.