Home » Bolletta della luce: gli elettrodomestici più dispendiosi, c’è una classifica

Bolletta della luce: gli elettrodomestici più dispendiosi, c’è una classifica

È stata stilata la classifica che può aiutarci a fare un po’ di risparmio. Ecco quali sono gli elettrodomestici che pesano di più in bolletta. 

 

Dall’inizio dell’anno, una famiglia tipo ha speso circa 776 euro per la sola bolletta della luce. Davvero un costo molto alto. Facile.it, mUp Research e Norstat hanno stilato una classifica, fatta su un campione della popolazione nazionale, di quali sono gli elettrodomestici a cui gli italiani non possono rinunciare e ha calcolato qual è il loro peso sulla bolletta.

risparmio energetico
web

Per fare ciò, hanno tenuto in considerazione i consumi indicati nelle etichette energetiche e il prezzo dell’energia applicato nel 2022 nel mercato tutelato per una famiglia tipo.

La classifica ha fatto emergere che l’elettrodomestico più utilizzato dagli italiani è la lavatrice. Il 67,7 % ha dichiarato di non poterne fare a meno. Considerando una lavatrice di classe A del 2020, il costo annuo in bolletta per questo prodotto è pari a 91 euro. Il frigorifero è al secondo posto con 61,7% dei voti ed è anche uno degli elettrodomestici che consuma di più visto che è sempre in funzione. Il costo di questo elettrodomestico, considerando sempre la classe A, acquistato nel 2020, oggi si aggirerebbe intorno ai 142 euro all’anno.

Elettrodomestici e consumi: la classifica

risparmio elettrodomestici
web

La classifica vede al gradino più basso il televisore, irrinunciabile solo per il 40% dei consumatori. Per quanto riguarda i consumi, se calcoliamo un uso giornaliero di circa 4h, un televisore da 40 pollici costerebbe circa 35 euro all’anno.

Forno e lavastoviglie, sono, invece, rispettivamente al quarto e al quinto posto. Il forno è irrinunciabile per il 19% degli intervisti, mentre la lavastoviglie solo per il 14,6% di loro. Se si utilizzano almeno una volta al giorno ogni due giorni, si è visto che il costo in bolletta è di 62 euro per il primo, mentre per il secondo è di 88 euro, sempre annui.

11,5% non rinuncerebbe mai all’aspirapolvere; solo il 9,7% preferisce la macchinetta del caffè; anche l’aria condizionata e il forno a microonde si posizionano basse in classifica, ritenuti irrinunciabili solo per, rispettivamente, il 9,4% e il 7,4% dei consumatori. In ultima posizione troviamo il ferro da stiro con solo il 7% delle preferenze. Tra questi, l’unico elettrodomestico che potrebbe effettivamente incidere di molto, è il condizionatore con un costo di circa 232 euro annui.