Home » Stufe a pellet, ora c’è un Bonus: come affrontare l’inverno in serenità

Stufe a pellet, ora c’è un Bonus: come affrontare l’inverno in serenità

Per chi sceglie di acquistare stufe a pellet, ora c’è un Bonus. Allora forza! Andiamo a scopriamo di cosa si tratta e come affrontare in serenità l’inverno che ci aspetta!

Con l’arrivo della stagione fredda, provvedere al riscaldamento degli ambienti diventa una priorità, ma i continui rincari del prezzo del gas, fanno davvero tanta paura alle famiglie italiane. Per questo motivo, molti hanno optato per sistemi di riscaldamento alternativi alle tradizionali caldaie a gas.

pellet
pellet solofinanza.it

Tra i sistemi di riscaldamento più noti ed impiegati negli ultimi anni, troviamo senza dubbio le stufe a pellet. Una scelta green, che strizza l’occhio alla sostenibilità ambientale ma che non è esattamente economica. Difatti, il costo di acquisto di questi apparecchi è maggiore rispetto ad altre soluzioni.

Tanto per dare un’idea, il costo di una stufa a pellet ad aria, si aggira tra i 1.500 ai 3 mila euro. Mentre, il prezzo d’acquisto sale, se si tratta di un impianto ad acqua. In questo caso, si parla di cifre che vanno dai 2.500 ai 4 mila euro, in base alla grandezza dell’apparecchio.

Oltre al costo per l’acquisto, vanno calcolati i costi da sostenere per l’impianto (circa 200 – 300 euro), i costi per la costruzione della canna fumaria (mediamente 30 euro al metro quadro) e infine, i costi per l’acquisto del pellet stesso (una sacchetta da 15 kg costa tra i 10 e i 15 euro).

Tuttavia, con lo scopo di incentivare l’utilizzo di questi prodotti per il riscaldamento ecologici e a basso impatto sulla CO2, per l’acquisto di stufe a pellet esistono diversi bonus ed incentivi. Ecco di cosa si tratta.

Bonus stufe a pellet 2022

Per quanto riguarda l’acquisto di stufe a pellet, ci sono due possibili detrazioni di cui usufruire:

  • del 65% con Ecobonus fino ad un massimo di 30 mila euro. Questo incentivo è riservato agli interventi di riqualificazione energetica per immobili già iscritti al Catasto o con pratica di iscrizione in corso.
  • del 50% della spesa, nel caso di ristrutturazione edilizia, fino ad un massimo di 96 mila euro. In questo caso la stufa deve avere un rendimento non inferiore al 70%.

Ad ogni modo, il bonus stufe a pellet 2022 non è per tutti. Infatti, condizione imprescindibile è che l’acquisto e l’installazione dell’impianto avvenga entro il 31 dicembre 2022.

Bonus stufe a pellet 2022, Regione Lombardia

Al fine di incentivare l’utilizzo di stufe a pellet, anche la Regione Lombardia ha stanziato un contributo a fondo perduto di 12 milioni di euro. Di questi, 10 milioni destinati a persone fisiche ed un milione a testa per gli enti del terso settore e per le piccole e medie imprese.

pellet
pellet solofinanza.it

La domanda per ottenere il bonus deve essere presentata entro il 15 settembre, ma non è un bonus per tutti. Infatti, possono partecipare solo coloro che hanno inviato al GSE la domanda per ottenere il contributo previsto dall’art. 4, comma 2, lettera B, del DM 16 febbraio 2016, in data successiva all’approvazione della presente misura da parte della Giunta regionale (30 novembre 2021).