Home » Canone Rai 2023, la lista di chi non lo pagherà: controlla se ci sei anche tu

Canone Rai 2023, la lista di chi non lo pagherà: controlla se ci sei anche tu

Una delle imposte più odiate è sicuramente il canone Rai, se non altro perché ci obbligano a pagarlo pur caricando i programmi di quantità industriali di pubblicità. Se ci fosse il modo per non pagarlo, diciamo che non sarebbe un dispiacere. 

Che si tratti di una tassa non esattamente popolare lo prova anche il fatto che meno della metà dei cittadini italiani pagava regolarmente il canone Rai, tant’è che dal 2016 è stata accorpata con l’utenza elettrica, ci sono casi nei quali si è esonerati dal pagamento. Quali sono?

esenzione canone rsi
esenzione canone Rai solofinanza.it

Chi potrà essere esonerato dal pagamento del Canone Rai: la lista

A chiarire chi può essere esentato dal pagamento dell’abbonamento alla tv di stato è l’Agenzia delle Entrate. 
Di base, in virtù di una serie di accordi stipulati a livello internazionale, hanno l’esenzione dal pagamento del canone Rai i diplomatici, il personale militare e civile delle forze Nato di istanza in Italia e i funzionari e gli impiegati consolari o di organizzazioni internazionali.

In alcuni casi, però, hanno diritto a non corrispondere questa imposta anche specifiche categorie di cittadini che abbiano raggiunto determinati limiti anagrafici e siano appartenenti a una particolare fascia di reddito.

Tra le categorie che sono beneficiarie dell’esonero ci sono innanzitutto gli anziani over 75 con un reddito annuo massimo di 8000 euro.

L’esonero vale anche per chi non possiede alcun apparecchio televisivo, come pure per i diplomatici e i militari stranieri residenti nel nostro Paese.

Esenzione Canone Rai: disabili e case di riposo

Anche se in passato si è discusso su una legge che potesse condurre all’esenzione del canone Rai per chi beneficia della legge 104, allo stato attuale anche questa categoria è tenuta a corrispondere l’abbonamento tv.
Tuttavia, qualora si rientri nella legge 104 e si risieda in una RSA, si può richiedere l’esenzione del canone Rai con gli stessi requisiti previsti per gli ospiti delle case di riposo.

Gli individui ricoverati presso una struttura per anziani, qualora in possesso di un apparecchio tv nelle loro rispettive abitazioni, sono soggetti al pagamento del canone Rai.
Per avere l’esenzione del canone Rai in casa di riposo, infatti, nonostante l’eventuale intestazione di un’utenza elettrica, non bisogna possedere alcuna tv negli immobili di proprietà, oppure non essere titolari di alcun contratto luce di tipo domestico residenziale.

esenzione casa di riposo
casa di riposo solofinanza.it

Come fare domande per l’esonero del Canone Rai

L’esonero però non è automatico. Bisogna farne domanda con un modulo preciso rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, allegando tra l’altro la copia di un proprio documento di identità.

Ma la domanda si può anche fare presso un qualsiasi patronato, come attraverso il portale dell’Agenzia delle Entrate, oppure per posta, con un plico senza busta da inviare all’indirizzo dell’ Agenzia delle Entrate dell’Ufficio di Torino 1, S.A.T. Sportello abbonamenti TV, Casella Postale 22-10121 Torino.

Queste possibilità di esenzione sono state confermate anche per il 2023, anno in cui il canone Rai non sarà più legato alla bolletta della luce.