Home » Se avete avuto il Covid attenti a quello che può succedervi: inquietante

Se avete avuto il Covid attenti a quello che può succedervi: inquietante

Secondo un recente studio, se avete avuto il Covid, anche a distanza di tempo, dovreste stare attenti a quello che può succedervi. Ecco tutti i dettagli su questa inquietante scoperta.

Si tratta di una importante ricerca condotta dall’Università di Oxford e dal National Institute for Health anche Care Research (NIHR) dell’Oxford Health Biomedical Research Centre. Sulla base dei dati analizzati, gli scienziati hanno confermato che i pazienti che hanno contratto il Corona virus sono più soggetti a sviluppare malattie di tipo neurologico e psichiatrico, rispetto a chi invece non ha contratto l’infezione. Facciamo il punto della situazione.

covid
covid solofinanza.it

Il Covid può interferire con alcune aree del cervello: i risultati della ricerca scientifica

Se nella prima fase della malattia i sintomi di Covid – 19 erano soprattutto respiratori e metabolici, gli “strascichi” del Corona virus, sembrano essere soprattutto neurologici.

Difatti lo studio condotto, ha evidenziato come il SARS CoV – 2 ha avuto un ampio e significativo impatto sul cervello, anche a distanza di due anni dalla contrazione dell’infezione. Nello specifico, è stata dimostrata una maggiore frequenza di casi di demenza, convulsioni, disturbi psicotici e nebbia mentale negli ex pazienti Covid, rispetto a chi invece non ha contratto il virus. In particolare, i problemi di pensiero, memoria, concentrazione (la cosiddetta nebbia cerebrale), e ancora i problemi del sonno e dell’umore, possono essere un’inquietante campanello d’allarme.

Nonostante non sia ancora chiaro perché il Covid abbia il cervello tra i suoi bersagli, soprattutto nel lungo periodo, le rilevazioni, hanno evidenziato che manifestazioni neurologiche di questo tipo, hanno colpito circa il 70% dei pazienti ospedalizzati con COVID – 19. Ma la nebbia mentale, è stata riportata, talvolta, anche dopo un COVID – 19 lieve.

Disturbi neuroligici e psichiatrici: le cause

Secondo gli scienziati, le difficoltà neurologiche e psichiatriche dopo il Covid – 19 dipenderebbero da alterazioni della morfologia cerebrale, come effetto diretto del virus. Sembra che i pazienti contagiati, spesso, abbiano subito una riduzione volumetrica in aree chiave del cervello.

Ad ogni modo, ad influire molto sulla riduzione di materia grigia, anche la lunga mancanza di interazioni sociali. Tra le categorie di soggetti più colpite, senza dubbio, giovani ed anziani. Con un aumento per gli uni del rischio di sviluppare dipendenze e per gli altri di dare una forte accelerata al deterioramento cognitivo.

Il ruolo della ricerca

covid - 19
covid – 19 solofinanza.it

La ricerca può permettere di individuare tutte le conseguenze che ha avuto sulla salute di noi tutti, questa pandemia. Per cui, incentivare la ricerca significherebbe curare in modo personalizzato tutti pazienti, usando strategie diverse per la cura di pazienti affetti da Covid – 19 con coinvolgimento del sistema nervoso, rispetto a coloro che presentano altri strascichi.