Home » Gas, la svolta: non pagheremo più la bolletta ogni 2 mesi

Gas, la svolta: non pagheremo più la bolletta ogni 2 mesi

Lo annuncia l’Autorità per l’energia, da ottobre non pagheremo più la bolletta del gas ogni 2 mesi, ma il pagamento avverrà con cadenza mensile. Ecco tutti i dettagli.

In questi ultimi mesi, abbiamo assistito impotenti ad un notevole incremento dei costi del gas. Per evitare un autentico salasso in bolletta, il governo ha approvato una serie di misure volte a contenere questi aumenti. Allo scopo di tutelare i cittadini dai rincari delle bollette del gas, interviene anche l’Associazione per l’energia. L’Arera, ha annunciato la possibilità che dal prossimo ottobre la bolletta del gas diventi mensile e non più bimestrale o trimestrale.

bolletta gas mensile
bolletta gas mensile solofinanza.it

Gas: via libera alle bollette mensili

Con l’intento di far fronte alla forte crisi energetica che ha colpito il nostro Paese, l’Arera ha annunciato che la bolletta del gas potrà diventare mensile. Quindi, non arrivare più solo con cadenza bimestrale o trimestrale. In buona sostanza, una “rateizzazione di pagamento”, che ha lo scopo di aiutare le migliaia di famiglie italiane che stanno accusando e non poco, l’impennata dei prezzi del gas.

Dunque, via libera alla bolletta gas mensile anziché bimestrale o trimestrale. Questo è quanto ha annunciato Arera, accogliendo una delle richieste avanzate dall’Unione nazionale dei consumatori, nella consultazione sulla delibera 374 dello scorso luglio, sui nuovi metodi di determinazione delle tariffe per il mercato tutelato. La manovra dell’Associazione per l’energia, nasce con lo scopo di permettere ai clienti finali di conoscere con più frequenza la propria spesa e di redistribuire i pagamenti delle bollette su più mesi, con cifre più contenute. Eppure, questa novità non sembra essere gradita proprio a tutti. Sono diverse, infatti, le associazioni di consumatori che si sono opposte con energia all’iniziativa.

Bollette gas mensili, le associazioni dei consumatori si oppongono

La decisione dell’Autorità dell’energia non è stata accolta con favore da parte di tutte le associazioni dei consumatori. Infatti, alcune associazioni dei consumatori bocciano categoricamente la proposta, definendola non solo inefficace ma addirittura dannosa per i consumatori finali.

gas
gas solofinanza.it

Nello specifico, storce il naso la Codacons. L’associazione dei consumatori, ha dichiarato in una nota: “l’invio mensile delle bollette del gas produrrà un aggravio dei costi a carico dei consumatori, così come l’aggiornamento mensile e non più trimestrale delle tariffe, che rappresenta una scelta dannosa per gli utenti”.  E conclude annunciando ricorso al Tar per bloccare la modifica. Puntuale anche la reazione di Assoutenti e Consumerismo No profit che bocciano senza mezzi termini la proposta di Arera, definendola inefficace e addirittura dannosa.