Home » Chiudere un balcone senza permessi: nuove regole, come fare

Chiudere un balcone senza permessi: nuove regole, come fare

Balconi e terrazzi, adesso, possono essere chiusi senza alcun permesso. Ecco come fare e quali sono le nuove regole.

Grazie al Decreto Aiuti bis, ormai non è più necessario chiedere le autorizzazioni comunali per installare delle vetrate che chiudano balconi e / o terrazzi, ricomprendendole nei lavori di edilizia libera. Infatti con questo provvedimento, da oggi è possibile costruire verande e chiudere balconi con più facilità e meno burocrazia. Tuttavia, l’emendamento alla legge di conversione del decreto Aiuti bis, richiede che siano rispettati alcuni importanti parametri. Ecco quali sono le procedure da seguire in base alle nuove regole nazionali.

vetrate panoramiche amovibili
vetrate panoramiche amovibili solofinanza.it

Chiudere un balcone senza permessi: come procedere?

Come abbiamo già detto, per costruire verande e chiudere balconi non sarà più necessaria l’autorizzazione comunale. Il via libera, arriva con un emendamento alla legge di conversione del decreto Aiuti bis. Ebbene, nonostante questo provvedimento rappresenti un’importante novità, che impone meno vincoli nel settore dell’edilizia, allo stesso tempo, richiede che siano rispettate determinate condizioni.

Innanzitutto, il testo del decreto Aiuti bis precisa che la veranda deve essere la cosiddetta Vepa (vetrate panoramiche amovibili).

Che cosa sono le Vepa?

Le Vepa sono vetrate amovibili e totalmente trasparenti, già impiegate in numerosi progetti internazionali di riqualificazione edile e valorizzazione urbana. Si tratta di sistemi realizzati con pannelli di vetro completamente trasparenti, senza la presenza di infissi. I pannelli sono realizzati a libro, in maniera da poter essere rimosse in qualsiasi momento lo si desideri. Parliamo quindi, di vetrate che non vanno a modificare le linee architettoniche di un edificio.

In più, proprio come spiega l’Assvepa, l’associazione italiana vetrate panoramiche, queste strutture risultano essere estremamente utili a proteggere dagli agenti atmosferici, migliorare le prestazioni acustiche ed energetiche, ridurre le dispersioni termiche. Addirittura, si parla di un risparmio energetico pari a quasi il 28% per ogni singolo appartamento nella stagione invernale.

Che cosa non è consentito?

Dopo l’approvazione da parte del Senato e della Camera, le vetrate panoramiche non richiedono l’autorizzazione per essere installate. Dunque, l’installazione di queste vetrate panoramiche amovibili, rientra in edilizia libera.  Tuttavia, ci sono dei criteri tecnici ed estetici che vanno rispettati.

balcone chiuso da vetrate mobili
balcone chiuso da vetrate mobili web

A tal proposito, proprio come spiega Adiconcum “per essere installate senza alcuna autorizzazione, le vetrate devono rispondere a due condizioni. La prima è che non devono delimitare spazi stabilmente chiusi che comportino una variazione di volumi e superfici o cambiamenti nella destinazione d’uso dell’immobile da superfici accessorie a superfici utili. Inoltre, devono mantenere il profilo estetico dell’edificio”.