Home » Più di tre milioni di italiani sono stati truffati: fate attenzione a questi contratti di luce e gas!

Più di tre milioni di italiani sono stati truffati: fate attenzione a questi contratti di luce e gas!

Negli ultimi 12 mesi sono circa tre milioni gli italiani vittima di truffa relativa a luce e gas: come capire se un operatore vi sta ingannando.

Secondo una ricerca commissionata dal sito Facile.it agli istituti mUp Research e Norstat sono tantissimi gli italiani truffati a proposito di nuovi contratti di luce e gas per un danno economico totale che si aggira attorno ai 500 milioni di euro.

truffa luce e gas
truffa luce e gas su solofinanza.it

Proprio le tariffe di gas ed energia elettrica sono il settore in cui gli italiani sono caduti maggiormente in trappola: il 7,1% dei rispondenti ha dichiarato di aver subito una truffa. A seguire ci sono le truffe sulle carte elettroniche, la telefonia mobile e le assicurazioni auto e moto. Si stima che gli italiani abbiano perso, a causa di queste truffe, circa 500 milioni di euro, ovvero in media 162 euro per truffato per quanto riguarda i contratti di luce e gas. Aggiungendo tutti gli altri settori poi, si arriva a stimare un danno economico che supera i 3 miliardi di euro.

Truffa degli operatori di luce e gas: non si denuncia per vergogna

truffa finti operatori
truffa finti operatori su solofinanza.it

I truffatori operano attraverso email ed sms per adescare gli italiani, ma ci sono due campanelli d’allarme a cui prestare attenzione per le truffe che riguardano le utenze di luce e gas: tra i canali più utilizzati da chi decide di ingannare ci sono i finti call center (44%) e le visite porta a porta (31%). Tra i dati raccolti lascia pensare che il  54% degli intervistati che hanno ammesso di essere rimasto truffato ha detto di non aver fatto denuncia.

Quali sono i motivi che portano alla mancata segnalazione alle forse dell’ordine? Il 30% degli intervistati ha detto di non averlo fatto perché il danno economico subìto non risultava essere particolarmente rilevante, mentre il 26 % ha detto di non aver denunciato perché certo di non riuscire a recuperare quanto era stato sottratto precedentemente. Naturalmente ad incidere è anche la questione psicologica che riporta ad una condizione di vergogna: il 15% delle persone truffate ha affermato di non aver fatto denuncia alla polizia perché “si sentivano ingenui per esserci cascati“. Il 3%, invece, ha deciso di non denunciare per paura di mostrare questa debolezza di fronte ai familiari, rimasti all’oscuro della truffa subìta. L’invito è quello di prestare molta attenzione alle richieste da parte di operatori di aziende fornitrici di gas ed energia elettrica, soprattutto nel momento in cui non ci sono comunicazioni ufficiali da parte dell’ente con cui è attivo il nostro contratto di utenza.