Home » Digitale terrestre: non c’è più tempo, cosa bisogna fare per non perdere tutto

Digitale terrestre: non c’è più tempo, cosa bisogna fare per non perdere tutto

Il digitale terrestre sta per subite un altro cambiamento, infatti ci si sta per avviare verso lo switch-off dello standard  DVB-T2 – HEVC Mai 10, in programma per Gennaio 2023. Gli aggiornamenti della numerazione dei canali sono già resi disponibili.

La tempistica scelta è sicuramente singolare, infatti se da una parte si rischierà di intasare nel periodo natalizio i negozi per ricevere assistenza, dall’altra ci si potrà procurare anche un nuovo digitale terrestre.

nuovo decoder
Cambiamenti al digitale terrestre – solofinanza.it

Cambiamenti in vista per il digitale terrestre

Il mondo del digitare terrestre è in continuo cambiamento infatti è previsto, proprio per il mese di Ottobre, l’aggiornamento della numerazione LCN nazionale e quindi dei relativi canali TV.

Per evitare di perdere i propri programmi preferiti è bene giocare d’anticipo e impiegare qualche minuto per provvedere alla nuova sintonizzazione.

Per poter effettuare l’aggiornamento bisogna essere proprietari di un dispositivo che sia compatibile e per questo si hanno a disposizione due opzione:

  • si può acquistare una nuova tv prodotta dal 2018, dato che la nuova tecnologia delle smart TV promette di sintonizzare i canali secondo le disposizioni aggiornate
  • si può anche optare per acquistare un digitale terrestre di ultima generazione

Qualsiasi scelta si faccia bisogna assicurarsi che sia compresa la tecnologia DVB-T2-HEVC Main 10.

digitale terrestre
Aggiornamento canali digitale terrestre – solofinanza.it

Come scegliere un decoder aggiornato

Dato che Confindustria Radio TV ha deciso di far spegnere i canali residui con la codifica digitale Mpeg-2 entro fine anno, non rimane molto tempo per adeguarsi alle nuove disposizioni.

Nel caso in cui non si abbia a disposizione una TV prodotta dopo il 2018 e non si vogliano spendere diverse centinaia di euro. si può optare per l’acquisto di un semplice decoder che abbia la tecnologia DBV-T2.

Scegliere il nuovo decoder tuttavia può causare un po’ di confusione, ma è davvero importante trovare il modello più adatto alle proprie esigenze. Una volta assicurati che la tecnologia presente combaci con i cambiamenti futuri, si può procedere con il confrontare i vari modelli presenti in commercio.

Nel caso in cui non si abbia molto spazio, si può optare per un decoder digitale terrestre compatto che vada praticamente a sparire nel mobilio della sala.  Se invece si vuole dare un valore aggiunto alla stanza si può scegliere un decoder digitale terrestre con un design elegante e piacevole alla vista.

Un altro fattore da tenere in considerazione sono le funzionalità presenti nel decoder, come ad esempio il  registrare i programmi in onda, connettersi ad internet oppure riprodurre file multimediali attraverso l’unità Flash USB .

Il budget è un ulteriore aspetto molto importante da valutare e fortunatamente i prezzi dei decoder vanno dai €20 in su, quindi si può dire che è alla portata di tutti.

Una volta acquistato il digitale terrestre non bisognerà fare altro che collegarlo alla tv, sintonizzare i canali ed effettuare l’aggiornamento della numerazione.