Home » Canone Rai, in molti non dovranno più pagarlo, ecco come fare

Canone Rai, in molti non dovranno più pagarlo, ecco come fare

Il canone Rai è la tassa sicuramente meno amata dagli italiani, soprattutto da quanto è stata inserita all’interno della bolletta della luce, non tutti però sanno che si può non pagare l’importo seguendo questa semplice procedura.

L’Europa ha stabilito nuovi regolamenti riguardanti le bollette e l’Italia dovrà adeguarsi alle novità nel futuro prossimo, ma già da ora si può effettuare l’esonero tramite una semplice autocertificazione, ecco come fare.

chi non paga canone rai
Chi non deve pagare il Canone Rai – solofinanza.it

Chi non deve più pagare il canone Rai

L’Europa ha da poco stabilito che all’interno delle bollette non potranno più essere presenti servizi non inerenti alla fornitura della materia prima, quindi il canone Rai, inserito in bolletta nel Luglio del 2016, dovrà trovare una nuova casa.

Sarà il nuovo Governo a decidere dove inserire la quota di 90 euro o se rimuovere totalmente la tassa, opzione che però sembra particolarmente complessa, soprattutto da quando i bilanci della Rai non sono proprio eccezionali e dal momento in cui è stata richiesta la ristrutturazione della storica sede.

Ora che i processi legati ai pagamenti saranno diversificati da quelli delle bollette, si potrà procedere con l’autocertificazione per esonerarsi in maniera ancora più semplice e senza rischiare di subire danni e disagi legati alla corrente per dei malfunzionamenti dei sistemi automatici.

Chi sono, quindi, le persone che possono non pagare? Sul sito dell’Agenzia delle Entrate si può leggere che “sono esonerati dal pagamento del canone gli ultrasettantacinquenni con reddito non superiore a 8000 euro e senza conviventi titolari di un reddito proprio (fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti), i diplomatici e militari stranieri e coloro che non detengono un apparecchio televisivo.”

Come fare per non pagare più il canone Rai

Nel caso in cui si soddisfino i requisiti sopra citati, si può procedere con l’invio dell’autocertificazione tramite l’applicazione web, tramite gli intermediari abilitati (Caf, professionisti, ecc.), tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: “Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino” assieme ad una copia del documento di riconoscimento o tramite posta elettronica certificata, con firma digitale ed andrà poi inviata tramite PEC all’indirizzo: “cp22.canonetv@postacertificata.rai.it”.

esonero canone rai autocertificazione
Esonero canone Rai – pixabay

Se invece si vuole ottenere un rimborso, le richieste possono essere spedite come raccomandata, senza busta, all’indirizzo: “Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino”, con una copia del documento di riconoscimento, oppure possono essere trasmesse, firmate digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo “cp22.canonetv@postacertificata.rai.it”, oppure ancora possono essere consegnate dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate.