Home » Reddito di Cittadinanza: la nuova domanda INPS, meglio se prima di fine anno

Reddito di Cittadinanza: la nuova domanda INPS, meglio se prima di fine anno

Cambia la domanda per ricevere il Reddito di Cittadinanza, ma chi lo può ricevere? Quali sono le nuove regole? Continua a leggere per scoprire le ultime novità sulle modalità di richiesta RdC all’INPS.

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza, novità – solofinanza.it

Reddito di Cittadinanza: cosa cambia

In tempi di cambio della guardia ed entrata in essere del nuovo esecutivo con il Governo Meloni, si parla molto dei cambiamenti che subirà il Reddito di Cittadinanza. In attesa delle decisioni ufficiali è giunta una novità da parte dell’INPS che ha inviato un messaggio, il numero 3684 del 7 ottobre 2022. Con questo aggiornamento, l’Istituto Nazione di Previdenza Sociale, ha voluto comunicare l’arrivo della nuova domanda telematica per richiedere RdC oltre che la Pensione di Cittadinanza.

Ma non bisogna dimenticare che già la Legge di bilancio numero 234/2021 prevede diverse modifiche con integrazioni al Reddito di Cittadinanza. Tra i cambiamenti apportati vi è la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro del richiedente e di tutta la sua famiglia, purché si tratti di persone maggiorenni.

La dichiarazione suddetta deve essere immediata e non resa entro il termine di 30 giorni dalla data dell’accettazione da parte dell’INPS del contributo oppure al primo appuntamento dai Centri per l’impiego. Le richieste che non sono complete di dichiarazione immediata di disponibilità al lavoro non saranno ammesse alla selezione.

RdC, a chi spettano i benefici

Il Reddito di Cittadinanza è stato istituito per dare un concreto supporto economico al reddito familiare quando ci sono difficoltà economiche e mancanza di lavoro. L’obiettivo è quello di contrastare la povertà, la disparità e l’isolamento sociale.

Tutti i cittadini che, per diverse ragioni, stanno attraversando un periodo di difficoltà economica possono fare domanda e aiuto in diversi modi. Ovvero supporto nel percorso di inserimento nel mondo del lavoro e aiuto economico diretto. Ad esempio, le donne che non hanno un impiego possono ricevere fino a 1.000 euro al mese se l’ISEE risulta sotto una certa soglia.

Se il nucleo familiare è costituito solo da un componente oppure da più persone con un’età pari o superiore a 67 anni, viene concessa la Pensione di Cittadinanza. Tale agevolazione può essere data anche in caso di persone disabili e non autosufficienti, in questo caso non serve che l’età indicata sopra.

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza – solofinanza.it

Reddito di cittadinanza: nuova domanda telematica INPS

l’INPS, dopo i cambiamenti dettati dalla Legge di Bilancio 2022, ha reso pubbliche le modifiche apportate alla domanda da presentare per richiedere Pensione di Cittadinanza e RdC. In modo particolare è stata migliorata la domanda online che si può trovare a uno degli indirizzi seguenti:

  • redditodicittadinanza.gov.it nella sezione “Richiedi o accedi”;
  • inps.it/prestazioni-servizi/reddito-di-cittadinanza-e-pensione-di-cittadinanza.

Nella nuova domanda telematica INPS è bene porre molta attenzione al “Quadro F – condizioni necessarie per godere del beneficio” in cui sono state modificate alcune parti. Si tratta di una sezione in cui si richiedono informazioni sulla situazione dei membri del nucleo familiare. Ovvero se vi sono ordini di misure cautelari oppure condanne accertate per reati commessi in precedenza. Per facilitare la compilazione della domanda telematica per RdC, è stata divisa la parte riguardante la persona direttamente interessata da quella in cui si scrivono le informazioni sui componenti della famiglia.