Home » Bonus Draghi, gli stipendi aumentano fino al 2023!

Bonus Draghi, gli stipendi aumentano fino al 2023!

Il Governo uscente Draghi ha fornito a molte categorie di italiani diversi bonus e sostegni economici, una delle ultime misure riguarda proprio gli stipendi, che subiranno degli aumenti da oggi fino alla fine dell’anno.

Oltre ai bonus esentasse una tantum, ricevuti direttamente nelle buste paga e ai sostegni ricevuti dalle imprese negli ultimi mesi, lo stipendio degli italiani subirà degli aumenti permanenti a partire già da questo mese.

bonus stipendi
Aumenti di stipendio – solofinanza.it

Le novità di Ottobre per gli stipendi

Già da Luglio il Governo si è occupato dello sgravio contributivo che è stato portato dallo 0,8% al 2% e secondo le ultime novità, l’INPS sta fornendo proprio in questi giorni le indicazioni ai datori di lavoro per applicarlo nelle prossime buste paga, compresa la tredicesima.

Questa modifica sarà destinata solo ai lavoratori dipendenti che hanno uno stipendio con imponibile lordo non superiore a 2,692 euro (35mila euro l’anno).

Tutti i lavoratori che soddisfano questo requisito potranno godere dell’aumento già dalla busta paga di Ottobre. Più nello specifico, l’aumento al netto sarà pari a:

  • 12 euro per chi ha uno stipendio di 1.000 euro
  • 18 euro per chi ha uno stipendio di 1.500 euro
  • 24 euro per chi ha uno stipendio di 2.000 euro
  • 30 euro per chi ha uno stipendio di 2.500 euro

In più, i datori di lavoro si dovranno occupare anche di erogare gli arretrati da Luglio a Settembre, pagando rispettivamente 36 euro, 54 euro, 72 euro e 90 euro. Queste somme possono essere presenti come unica soluzione oppure dilazionati da Ottobre a Dicembre.

bonus aumenti
Bonus in busta paga – pixabay

Bonus bollette e bonus di Novembre

A Novembre sarà disponibile in busta paga un ulteriore bonus di 150 euro esentasse, versato una tantum, a tutti i lavoratori dipendenti ed autonomi che nella busta paga di Novembre hanno percepito uno stipendio lordo inferiore a 1.538 euro.

Questo bonus sarà ricevuto in automatico per i lavoratori dipendenti, mentre i lavoratori autonomi dovranno fare domanda, specialmente nel caso in cui non abbiano ricevuto ancora i 200 euro di bonus previsto a Luglio. Questa categoria potrebbe quindi ricevere tutto in un’unica soluzione di 350 euro nelle prossimi mesi.

Infine, il Governo Draghi ha dato modo anche alle imprese di partecipare attivamente al sostegno economico dei propri dipendenti, aumentando la soglia dei fringe benefit da circa 200 euro a 600 euro, che le aziende saranno libere (e non obbligate) di distribuire tra i propri dipendenti per aiutarli nell’affrontare il pagamento delle bollette di acqua, luce e gas, che verranno quindi rimborsati al lavoratore.

Già diverse aziende italiane hanno preso parte a questa iniziativa, come ad esempio Brembo, Sant’Anna e Intesa, che hanno fornito sostanziosi pagamenti ai propri dipendenti.