Home » RSA regala 500 euro ai dipendenti, il motivo fa riflettere

RSA regala 500 euro ai dipendenti, il motivo fa riflettere

Nelle case di riposo di Zoldo e Longarone si cerca così disperatamente personale qualificato che, attraverso un’iniziativa alquanto particolare, hanno deciso di distribuire soldi a tutti coloro che riescono a segnalare nuovi OSS da assumere.

I premi ed i bonus non finiscono qui, infatti sono tante le strategie attuate dalle RSA in carenza di personale, che in questi anni ha assistito ad una vera e propria fuga di personale dalle proprie strutture. Ecco nel dettaglio in cosa consiste la strategia.

rsa distribuisce premi
500 euro bonus per gli OSS – pixabay

500 euro bonus ai dipendenti

Zoldo e Longarone hanno fatto recentemente parlare di sé in quanto alcune case di riposo hanno attuato delle strategie innovative per assumere più personale, in quanto gli OSS specializzati stanno lentamente abbandonando le strutture private per concedere i propri servizi alle strutture pubbliche, in cambio di uno stipendio più alto, contratti e condizioni lavorative migliori.

A causa della fuga di personale, le strutture gestite dall’Azienda speciale consortile “Servizi alla Persona Longarone Zoldo a.s.c.” che gestisce la casa di riposo “A.Santin” nel Comune di Val di Zoldo e la “Cav. L. Barzan” a Longarone, ha deciso di fornire bonus, premi e buoni pasto ai dipendenti in grado di segnalare nuovo personale da assumere.

L’azienda, in accordo con i rappresentanti sindacali Andrea Fiocco (Cgil Fp), Mario De Boni e Leone Zingales (Cisl Fp), Simone Centa (Fisascat Cisl) e Marina Carelli (Uil Fpl) hanno firmato questo accordo in cui vengono premiati i dipendenti che aiutano attivamente le strutture.

rsa bonus e premi
Rsa concede bonus per OSS – pixabay

Come verranno forniti i premi

Secondo quanto si legge nell’accordo: “L’azienda intende mettere il proprio personale nelle migliori condizioni economiche e lavorative, confidando che tali condizioni rappresentino il presupposto ideale per erogare la miglior assistenza e i migliori servizi all’utenza, ma anche gratificare l’impegno e lo sforzo profuso dal proprio personale”.

I dipendenti che segnaleranno nuove figure da assumere verranno premiate con 250 euro lordi e nel caso in cui il nuovo lavoratore superi i 4 mesi di permanenza, superando il periodo di prova, verranno concessi ulteriori 250 euro lordi, per un totale di 500 euro.

Oltre a questo, l’accordo che sarà valido da Ottobre 2022 al 31 Dicembre 2023, fornirà 8 euro di buoni pasto per ogni giorno lavorato in presenza, aumentando mediamente lo stipendio mensile di circa 200 euro di welfare.

L’obiettivo di questi premi e bonus riguarda soprattutto la ricerca e la fidelizzazione dei dipendenti specializzati vecchi e nuovi, riconoscendo economicamente, e non solo, l’impegno con cui tutti i lavoratori hanno lavorato in questi anni profondamente colpiti dalla pandemia.