Home » Pensione, a Novembre grandi sorprese: una forse potete già vederla

Pensione, a Novembre grandi sorprese: una forse potete già vederla

Ottobre sta giungendo al termine e preso verranno erogate le pensioni di Novembre. I titolari di pensioni potranno trovare degli aumenti anche sostanziosi, dati soprattutto dai bonus previsti dall’ex Governo Draghi.

Novembre sarà un mese piacevole per i pensionati di invalidità e vecchiaia, che vedranno la propria pensione aumentare grazie a bonus, conguaglio e rivalutazioni, che faranno strada alla tredicesima prevista per il mese di Dicembre. Ecco tutte le novità.

pensione novembre
Bonus pensione Novembre – pixabay

Cedolino di Novembre, come leggerlo

La nuova pensione sarà disponibile a partire dal 2° Novembre, verrà accreditato sui conti correnti bancari e postali e potrà essere ritirata presso gli sportelli di Poste Italiane dal 2° all’8° giorno del mese. Chi vorrà ritirare la pensione in contanti dovrà rispettare l’ordine di chiamata, seguendo le indicazioni fornite all’esterno dell’ufficio postale.

Il cedolino potrà essere visionato direttamente sul sito ufficiale dell’INPS, accedendo tramite le proprie credenziali SPID, CIE o CNS. La sezione dedicata alla propria pensione, sulla pagina MyINPS permette di visionare il cedolino e di confrontarlo con quello dei mesi precedenti.

La pensione del prossimo mese includerà il bonus di 200 euro, quello da 150, il risultato della rivalutazione pensionistica dell’anno corrente, il conguaglio della pensione ed eventuali rimborsi dell’importo a credito del contribuente stabiliti nel 730.

aumenti pensioni
Cedolino Novembre – pixabay

Di quanto aumenterà la pensione di Novembre

A causa degli aumenti che hanno interessato i costi delle utenze, del carburante e dei beni di prima necessità, l’ex Governo Draghi ha attuato delle misure straordinarie per combattere il caro vita, includendo due bonus erogati una tantum, il primo da 200 euro ed il secondo da 150, rispettivamente inseriti nel dl Aiuti-bis ed Aiuti-ter,

Il primo bonus, presente già da questa estate, è dedicato a tutte le categorie di persone includendo lavoratori, pensionati e disoccupati, che hanno guadagnato non oltre i 35mila euro nel 2021. Il secondo ha seguito modalità molto simili, tuttavia il tetto massimo del reddito annuo è stato abbassato fino a 20mila euro.

Questi bonus, esentasse, non costituiscono reddito ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali ed assistenziali e non sono cedibili, né sequestrabili, né pignorabili.

Come ogni anno inoltre, sta per essere attuato il ricalcolo della pensione per adeguarlo all’aumento dell’inflazione, che ha abbondantemente superato le stime di inizio anno. Sul cedolino di Novembre quindi compariranno le somme degli arretrati  che derivano dalla rivalutazione al 2% dell’importo pensionistico.

Infine, per coloro che hanno indicato l’INPS come sostituto d’imposta ed a cui spettano i rimborsi delle spese in eccesso relative al pagamento delle tasse, potranno ritrovarsi le somme direttamente nel cedolino di Novembre.