Home » Risparmiare con la magica regola del 50-30-20

Risparmiare con la magica regola del 50-30-20

Risparmiare in questo periodo sembra impossibile, soprattutto pensando a quante spese arriveranno nei prossimi mesi, tra rincari di bollette e alimenti. In America è letteralmente spopolato un metodo che promette di creare un gruzzoletto di tutto rispetto.

A chi non è mai capitato di guardare il proprio conto corrente e trovarlo vuoto? La sensazione di instabilità, che ha portato molte persone a cercare un secondo lavoro, potrebbe finire presto seguendo alla lettera il semplice metodo americano 50-30-20.

risparmi soldi
Come risparmiare – pixabay

Cos’è il metodo 50-30-20 e come funziona

Il metodo 50-30-20 è stato introdotto dal libro “All your worth: The Ultime Lifetime Money Plan”, scritto dalla senatrice statunitense Elizabeth Warren e dalla figlia Amelia Warren Tyagi, e consiste in un metodo rivoluzionario ma molto semplice che permette di aumentare i propri risparmi.

Secondo le autrici, per tenere le finanze sotto controllo non sono necessari metodi complicati, basta dividere il denaro per settori così da non eccedere mai con il budget.

Lo stipendio andrebbe quindi diviso in 3 parti non uguali, ognuna con uno scopo ben preciso:

  • Il 50% dello stipendio dovrebbe essere impiegato per il pagamento dei costi fissi e obbligatori
  • il 30% del reddito andrebbe destinato al tempo libero
  • il 20% della somma dovrebbe essere usato in un fondo di risparmio o in un conto deposito
50 30 20 per risparmiare
Salvadanaio per risparmiare – freepik

Quanto è realizzabile il metodo 50-30-20?

Per conoscere quanto è realizzabile questo metodo bisogna ipotizzare qualche calcolo, stabilendo un ipotetico reddito di 1700 euro per una coppia con bambino.

Il 50% delle spese dovrebbero essere destinate per le spese fisse:

  • Affitto: L’Unione italiana del lavoro – Servizio Lavoro, Coesione e Territorio ha redatto un report analizzando tutti gli affitti italiani per trovare una media che attualmente si assesta sui 530 euro (arrotondato per difetto)
  • Spesa: Prima degli aumenti dovuti all’inflazione, una spesa di prodotti alimentari mensile ammontava a 800 euro
  • Bollette: Secondo le statistiche del Codacons, le bollette nel 2023 arriveranno a costare 4.700 euro all’anno, circa 390 euro al mese

Solo con le spese fisse (e senza contare trasporti, carburante o assicurazioni) una famiglia di tre persone andrebbe a spendere 1.720 euro, addirittura più del reddito complessivo. Per assecondare i calcoli del metodo bisognerebbe riuscire a guadagnare almeno il doppio e risparmiare il più possibile su ogni fronte.

Quindi come può risparmiare una famiglia?

Per chi usa i contanti può ancora utilizzare il buon vecchio salvadanaio, dove andranno inserite le monete ed i resti, chi usa principalmente i pagamenti digitali può controllare il proprio budget attraverso le applicazioni di homebanking oppure può bloccare e “mettere da parte” una certa somma ad ogni stipendio (gli esperti consigliano non meno di 50 euro al mese ma i bisogni cambiano ovviamente da famiglia a famiglia).