Home » Cibo o sesso? Qual è il miglior rimedio contro lo stress di uomini e donne? Scopriamo la verità

Cibo o sesso? Qual è il miglior rimedio contro lo stress di uomini e donne? Scopriamo la verità

Nei periodi di stress, maschi e femmine reagiscono in modo diverso. Come in tante altre occasioni. Vediamo nel dettaglio.

Uomini e donne reagiscono in modo diverso quando sono stressati? La risposta è ovviamente sì. Ma cosa aiuta di più con lo stress? Cibo o sesso?

cibo o sesso?-solofinanza.it

Cosa ci aiuta di più contro lo stress? Cibo o sesso? Scopriamo la verità

Uomini e donne reagiscono in modo diverso quando sono stressati? La risposta è, ovviamente, sì: in molte situazioni, maschi e femmine hanno comportamenti e reazioni differenti che non dipendono soltanto dalla personalità o dal carattere del singolo ma proprio dalla differenza di sesso e di cervello.

Ed ecco che uno studio condotto della Northumbria University (UK) confermerebbe la differenza fra i meccanismi adottati da uomini e donne anche per combattere lo stress: la donna, solitamente, si consola esagerando con il cibo, mentre l’uomo ricorre al sesso. 

Gli studiosi hanno sottoposto, a 115 uomini e 250 donne, un questionario che chiedeva di indicare le proprie strategie nei momenti di tensione. È risultato che sesso e pornografia vengono adottati dal 27% degli uomini e solo dall’11% delle donne, mentre con il cibo le parti si invertono: più della metà delle donne cerca conforto nel frigorifero, contro appena un terzo degli uomini intervistati. 

Differenze tra sesso e cibo: cosa è meglio per combattere lo stress?

cibo o sesso qual è il rimedio contro lo stress
cibo o sesso-solofinanza.it

Coloro che scelgono il sesso per combattere lo stress trovano un aiuto nelle endorfine rilasciate durante l’atto sessuale che provocano una sensazione di piacere, agendo come un farmaco naturale. Il ricorso al cibo, in particolare ad alimenti grassi e dolci, è invece una conseguenza dell’aumento dei valori di cortisolo, conosciuto anche come ormone dello stress, nei momenti di tensione nervosa: il cortisolo è infatti collegato alla sovrapproduzione di insulina, che induce l’organismo a desiderare cibi dolci, salati, ipercalorici.