Home » Novità Assegno Unico Universale: importi più ricchi, famiglie più felici

Novità Assegno Unico Universale: importi più ricchi, famiglie più felici

Con l’arrivo del nuovo anno, gli importi dell’Assegno Unico potrebbero diventare più ricchi per tutte le famiglie italiane.

Buone notizie per le famiglie italiane alle prese con l’incessante aumento dei prezzi di beni e servizi. Stando alle ultime notizie, il Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, ha approvato un adeguamento delle pensioni al 7,3%, a partire dal primo gennaio 2023 e pare che la misura possa interessare anche gli importi dell’Assegno Unico Universale per i figli a carico. Facciamo il punto della situazione.

assegno unico universale più ricco
Assegno Unico Universale più ricco – canva

Assegno Unico Universale: in arrivo importi più ricchi per tutte le famiglie

Proprio come stabilito al comma 11 articolo 4 del D. Lgs. 230/2021, è previsto che gli importi dell’Assegno Unico Universale vengano adeguati al costo della vita. Pertanto si ipotizza, che proprio come accade per le pensioni, le tabelle con gli importi e le soglie ISEE relative all’Assegno Unico vengano riviste di anno in anno ed adeguate al tasso di inflazione registrato l’anno precedente.

Momentaneamente, si parla di un tasso di rivalutazione pari al 7,3%, ma sembrerebbe destinato a crescere nelle prossime settime. Ad ogni modo, nel caso in cui dovesse essere confermato un tasso al 7,3%, si registrerebbero comunque degli aumenti sugli importi delle prestazioni a favore delle famiglie con figli a carico piuttosto ricchi.

In altre parole, l’importo massimo dell’assegno unico registrerebbe un aumento di circa 12 euro, passando dagli attuali 175 euro ad un totale di 188,77 euro. E così via per tutti gli importi, fino a quello minimo, che attualmente è pari a 50 euro, ma che con la rivalutazione sarebbe incrementato di 3,65 euro per un totale di 53,65 euro. Chiaramente, saranno soggette a rivalutazione anche le maggiorazioni applicate dal terzo figlio in poi.

Assegno Unico Universale: nuove soglie ISEE

Come abbiamo anticipato, la rivalutazione potrebbe incidere anche sulle soglie ISEE. Attualmente, possono ottenere il massimo dell’importo le famiglie con ISEE pari o inferiore a 15 mila euro. Per effetto della rivalutazione il limite massimo potrebbe salire a 16.095 euro. Mentre, l’importo minimo scatterebbe solo alle famiglie con un ISEE superiore a 42.920 euro anziché gli attuali 40 mila.

importo più ricco per l'assegno unico
importo più ricco per l’Assegno Unico – canva

Insomma, a partire dal primo di gennaio 2023 le prestazioni potrebbero essere davvero più ricche, stemperando un po’ il clima di forte tensione che stanno vivendo le famiglie italiane a causa del caro vita. Ricordiamo infine, che per poter usufruire del beneficio per il periodo che va da marzo 2023 a febbraio 2024, sarà necessario provvedere all’aggiornamento ISEE entro febbraio 2023 e contestualmente, presentare una nuova domanda. Il discorso cambia se l’ISEE resta invariato. In questo caso, l’Assegno Unico verrà corrisposto in automatico.