Home » Mai più notti al gelo con la coperta elettrica, ma quanto consuma realmente?

Mai più notti al gelo con la coperta elettrica, ma quanto consuma realmente?

Con i riscaldamenti accesi solo in alcune ore del giorno e il costo dell’energia elettrica e del gas alle stelle sempre più persone stanno optando per soluzioni alternative per riscaldarsi di giorno e di notte, cercando però di risparmiare quanto più possibile.

Molto spesso le famiglie scelgono di godere delle funzionalità offerte dalle stufette elettriche o dei condizionatori, non considerando affatto i vantaggi delle coperte elettriche che, se usate correttamente, permettono di dormire al caldo risparmiando in bolletta.

coperta riscaldante
Coperta elettrica – solofinanza.it

La soluzione per le notti fredde

Tra i dispositivi più noti per scaldare l’aria delle camere da letto, così da evitare di dormire con le temperature che in alcune regioni d’Italia arrivano già vicine allo 0, compare sicuramente la coperta elettrica.

Questa soluzione, da sempre associata ad un elevato consumo di energia, potrebbe rivelarsi l’arma vincente per abbattere i costi delle bollette rimanendo comunque in un ambiente caldo e confortevole, soprattutto nel momento in cui nemmeno i termosifoni possono venire in aiuto delle famiglie.

A causa dell’aumento del prezzo del gas naturale e dell’energia elettrica ormai quasi più nessuno può permettersi di sforare il proprio budget destinato al pagamento delle utenze, proprio per questo vale la pena esaminare quanto può pesare l’uso di una coperta elettrica durante le notti fredde.

coperta riscaldante
Coperta elettrica riscaldante – freepik

Quanto costa una coperta elettrica

La coperta elettrica, o scaldaletto, è composta da un tessuto multistrato che contiene un filo elettrico che viene riscaldato grazie alla corrente elettrica e, a differenza dei modelli di qualche anno fa, ora sono totalmente prive di rischi dato che lavorano ad appena 24 volt e si spengono automaticamente in caso di riscaldamento.

I costi di una buona coperta elettrica, che può essere usata sul letto o anche addosso, può variare dai 40 fino ai 150 euro, considerando le dimensioni e l’efficienza.

Il consumo di una coperta elettrica singola può aggirarsi intorno a 0,05-0,06 kW orari, arrivando al raddoppio (0,10-0,12 kW ogni ora) per le coperte matrimoniali.

Dalle ultime notizie, i costi dell’energia si assestano sui 0,54 centesimi di euro ogni ora e, tenendo accesa la coperta per un paio di ore al giorno, nei momenti più freddi, si può arrivare ad un costo massimo mensile di 2 euro per la coperta singola e circa 3,50 per quella matrimoniale.

Il peso sulla bolletta elettrica quindi, se la coperta viene usata correttamente, è molto basso, specialmente se lo si confronta con i costi delle stufette da 2.000 watt o del condizionatore, che arrivano a consumare anche 1 euro ogni ora di utilizzo.