Home » Messaggio dalle Poste fa tremare i clienti, conto corrente in pericolo

Messaggio dalle Poste fa tremare i clienti, conto corrente in pericolo

Su moltissimi smartphone è arrivato un messaggio inquietante che avverte i clienti di Poste Italiane riguardo un’anomalia presente sul proprio conto peccato che, nel tentativo di sistemare il tutto, si possa perdere ogni risparmio.

Messaggi di questo genere stanno arrivando in massa a tantissimi italiani, indipendentemente dal fatto che si abbia un libretto di risparmio, una carta di debito o un conto BancoPosta. I tentativi di phishing come questi però hanno l’unico scopo di derubare le vittime.

truffa poste
Messaggio da Poste Italiane – solofinanza.it

Cosa dice il messaggio di Poste Italiane

I servizi offerti dalle Poste ormai non sono più legati solo alla consegna di corrispondenza, infatti ora si possono aprire conti correnti in cui depositare i propri risparmi, si possono attivare PostePay con cui effettuare pagamenti, ma anche buoni fruttiferi ed addirittura assicurazioni.

Proprio la popolarità di questi servizi crea un terreno fertile per i truffatori che, creando appositi messaggi, e-mail e comunicazioni, convincono le persone a fornire i propri dati sensibili riuscendo ad accedere addirittura ai soldi delle vittime.

I messaggi che arrivano da finti numeri associati a Poste Italiane infatti avvertono in massa i clienti riguardo alcune anomalie sui conti correnti e li invitano a verificare la situazione attraverso un link che funge da esca per recuperare tutti i dati di accesso.

Gli utenti, fidandosi del mittente, possono infatti distrattamente inserire le proprie credenziali che poi andranno tra le mani degli hacker, pronti ad effettuare bonifici, acquisti o movimenti illegali che gli permetteranno di ottenere tutto il denaro contenuto nei conti o nelle carte.

poste truffa
Phishing – freepik

Come difendersi dal phishing

Conoscere il funzionamento di questi tipi di messaggi può aiutare molto a prevenire i danni. Ecco le cose principali da conoscere:

  • non bisogna mai fidarsi di un messaggio anche se il mittente sembra essere associato a un’azienda, un’istituzione o ad una società molto conosciute
  • bisogna sempre controllare la grammatica presente nella mail o nel messaggio, in quanto spesso questi tipi di comunicazione vengono tradotti da altre lingue
  • non bisogna mai scaricare allegati o visitare i link presenti in queste comunicazioni, in quanto portano spesso al download di virus o conducono a pagine contraffatte

Nel caso in cui vi siano dubbi riguardo quanto scritto nei messaggi si può sempre contattare il mittente reale, chiedendo ulteriori informazioni sulla veridicità della comunicazione, in questo modo si potrà avere la sicurezza sullo stato dei propri conti, spedizioni o documenti.

Seguendo queste indicazioni sarà molto più difficile cadere vittima dei malintenzionati che sfruttano il phishing come metodo di truffa.