Home » Bollo auto 2022, la scadenza: come evitare di pagarlo di più

Bollo auto 2022, la scadenza: come evitare di pagarlo di più

Il bollo auto è il tributo regionale che tutti i proprietari di un veicolo sono tenuti a versare ogni anno. Il mancato versamento dell’imposta comporta importanti sanzioni. Ecco quando scade e come evitare di pagarlo di più.

Chi possiede un’automobile, una moto o anche un camion, è tenuto a versare alla Regione in cui si ha la residenza, la tassa che grava sui mezzi di trasporto, anche se non utilizza il mezzo. Proprio come ogni tributo, è ha una scadenza di pagamento ed il mancato versamento, può far scattare l’emissione di cartelle esattoriali. Ma quando scade il bollo auto 2022? E cosa fare per evitare di pagarlo di più?

Quando scade il bollo auto 2022?

Come abbiamo anticipato, il bollo auto è un tributo con scadenza annuale e deve essere corrisposto entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della scadenza.

Bollo auto: quanto costa e come evitare di pagarlo di più

L’importo da corrispondere non è uguale per tutti ma dipende da diversi fattori:

  • dalla potenza del veicolo,
  • dal suo impatto ambientale
  • dalla Regione di appartenenza.

Ad ogni modo, l’Automobile Club d’Italia (ACI) e l’Agenzia delle Entrate offrono entrambe un valido servizio di calcolo sui rispettivi siti istituzionali.

Per evitare di pagare la tassa di circolazione con maggiorazioni, è necessario corrispondere il tributo entro e non oltre la fine del mese successivo alla scadenza. Questo significa che, se il bollo auto è scaduto o scadrà nel corrente mese di settembre, allora bisognerà pagare entro e non oltre il 31 ottobre 2022.

Viceversa, se il bollo dovesse essere pagato dopo la scadenza del termine previsto, all’importo originario andranno aggiunte le sanzioni e gli interessi specificati dalla legge. Dunque, l’importo sale sempre di più con il passare del tempo.

Dove pagare il bollo?

tassa auto
tassa auto solofinanza.it

Esistono diversi canali, sia fisici che online, attraverso i quali è possibile pagare la tassa automobilistica e “mettersi in regola”:

  • ACI
  • Poste
  • Tabaccheria

Inoltre, il bollo auto si può pagare comodamente a casa, dal sito internet di Poste Italiane oppure attraverso la propria banca se si ha a disposizione il servizio di home banking o di mobile banking.

Bollo auto: attenzione alle riduzioni ed alle esenzioni

Nel caso in cui si tratti del primo bollo da pagare, è consigliato consultare prima il sito della propria Regione per verificare se, eventualmente, si rientra nei casi di esenzione o di riduzione. Ad esempio, ci si potrebbe informare nel caso di auto nuova 100% elettrica o, comunque, ad alimentazione ibrida. Così come sono esonerati dal pagamento del bollo auto, i titolari di Legge 104.