Home » Si può chiedere un permesso al lavoro per il ciclo doloroso?

Si può chiedere un permesso al lavoro per il ciclo doloroso?

Il permesso mestruale è un permesso retribuito che può essere goduto da alcune categorie di donne che soffrono di patologie legate proprio al ciclo mestruale. In Italia è possibile richiedere questo congedo?

Sono poche le nazioni che concedono dei congedi alle donne che soffrono di patologie legate al ciclo mestruale, una di queste è la Spagna che ha recentemente approvato una legge che tutelerà la salute di tutte le lavoratrici.

ciclo mestruale lavoro
Congedo mestruale – pixabay

La situazione delle donne lavoratrici

In Italia la percentuale di donne che soffrono di dismenorrea arrivano addirittura al 90%. Questa condizione porta le donne ad assentarsi non solo a scuola o all’università, ma anche al lavoro a causa dei fortissimi dolori che derivano dalla malattia.

In tutto il mondo le associazioni per i diritti delle donne lottano affinché queste malattie vengano conosciute e soprattutto diagnosticate alle donne i cui sintomi vengono troppo spesso sminuiti e addirittura ignorati. La dismenorrea, l’endometriosi e le altre malattie legate al ciclo mestruale causano dolori così forti che il 30% delle donne non possono svolgere le normali attività previste nel quotidiano e sono spesso obbligate a rimanere a letto, cercando di gestire i crampi tramite antidolorifici.

In Italia non è possibile attualmente ottenere un congedo mestruale nemmeno tramite la certificazione della propria condizione, dopo tutto l’arretratezza culturale legata a questo tema è talmente alta che i prodotti igienici femminili fondamentali vengono ancora equiparati ai beni di lusso, dato che vengono tassati con l’IVA al 22%.

permesso ciclo mestraule
Dismenorrea – pixabay

Il congedo mestruale nel mondo

Fortunatamente non tutto il mondo segue l’esempio italiano, infatti in molti paesi il congedo è presente già da tantissimo tempo.

In Giappone la legge è stata approvata nel 1947 e, mentre in Italia le donne festeggiavano per aver ottenuto l’accesso al diritto di voto solo l’anno precedente, nelle fabbriche e nelle aziende nipponiche le donne potevano godere di un congedo dal lavoro.

Il congedo mestruale è attualmente presente in Australia, in Corea del Sud, Taiwan, Zambia, Spagna ed addirittura in India, dove il CEO e fondatore dell’azienda Zomato ha dichiarato: “In Zomato vogliamo promuovere una cultura di fiducia, verità e accettazione. Zomato sa che uomini e donne nascono con realtà biologiche diverse. Il nostro lavoro è assicurarci di dare spazio ai nostri bisogni biologici, senza abbassare l’asticella della qualità del nostro lavoro e dell’impatto che creiamo”

Nonostante la proposta della legge “Istituzione del congedo mestruale per le donne che soffrono di dismenorrea”, in Italia e nel mondo questo tipo di permesso causa moltissime opinioni contrastanti, in quanto si teme che con l’approvazione di leggi simili si vada a sminuire la figura della donna che potrebbero poi essere ancora più svantaggiate nel mondo del lavoro, disincentivando le assunzioni ed i salari paritari.