Home » Bollo auto: in questi casi non devi pagarlo, la lista completa

Bollo auto: in questi casi non devi pagarlo, la lista completa

Il bollo auto deve essere pagato annualmente, ma non tutti sono tenuti al versamento. Ci sono alcuni casi in cui non va corrisposto il pagamento, diamo uno sguardo alla lista completa.

In vigore dal 1983, il bollo auto è la tassa che deve essere corrisposta annualmente alla Regione di appartenenza, da parte dei proprietari di veicoli a motore. Si tratta, senza dubbio, di un tributo mal visto e pagato malvolentieri dalla maggior parte degli italiani, sostanzialmente, perché dovuto solo per il fatto di essere possessore di un veicolo a motore, aldilà dell’effettivo utilizzo. Comunque, non tutti sono tenuti a corrispondere il pagamento, ci sono dei casi di esenzione al bollo auto. Vediamo quali sono.

chi non deve pagare il bollo auto
chi non deve pagare il bollo auto – canva

Bollo auto: importi e scadenze

L’importo del bollo auto viene calcolato sulla base di diversi parametri come la potenza del veicolo, il suo impatto ambientale e la Regione di appartenenza. Ad ogni modo, è possibile conoscere l’importo corretto da corrispondere, rivolgendosi all’ACI (Automobile Club Italia) oppure all’Agenzia delle Entrate, recendosi fisicamente in una sede o usufruendo del servizio online sui rispettivi siti ufficiali.

Al fine di evitare maggiorazioni, il bollo auto va corrisposto ogni anno, entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della scadenza. In caso di ritardo nel pagamento, ci si espone a pesanti sanzioni ed interessi, a seconda del ritardo accumulato. Dopo un anno dalla scadenza, ad esempio, la sanzione da corrispondere raggiunge il 30% dell’imposta, senza contare gli interessi dello 0’5% per ogni sei mesi di ritardo. E le sanzioni si inaspriscono sempre di più con il passare degli anni. Infatti, il mancato pagamento della tassa di circolazione per tre anni consecutivi, può comportare la radiazione del veicolo con cancellazione d’ufficio dall’Archivio nazionale dei veicoli e dal PRA.

Per poter pagare la tassa auto, sono disponibili diverse modalità, dall’ACI alle poste o al tabacchi. In alternativa, è possibile pagare il bollo auto comodamente online attraverso il proprio internet banking. Attenzione, però, perché in alcuni casi è possibile non pagare il bollo.  Vediamo quali.

Bollo auto: attenzioni alle riduzioni e alle esenzioni

Ci sono alcuni casi in cui è prevista la riduzione o l’esenzione dal pagamento del bollo auto. Innanzitutto, non sono tenuti al pagamento del bollo auto i portatori di handicap titolari di 104. Inoltre, l’esenzione dal pagamento del bollo riguarda i possessori di auto ecologiche (elettriche o ibride) e di auto immatricolate da più di trent’anni.

quando non si paga il bollo auto
quando non si paga il bollo auto – canva

Sono previste riduzioni del pagamento del bollo auto, invece, nel caso di auto immatricolate tra i 20 ed i 29 anni, se i proprietari sono in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato da Automotoclub Storico Italiano (ASI).